Vaschetta bagnetto neonato – La migliore per doccia o vasca da bagno

L’acquisto di una vaschetta per neonato è un momento molto più importante di quanto si possa immaginare. Le ragioni sono diverse e riguardano l’unicità di questo genere di momenti così come l’alto livello di sicurezza ricercato, perché si sa, quando i bambini sono tanto piccoli ogni cosa diventa potenzialmente pericolosa e bisogna prestare attenzione a tutto.

Nel caso del bagnetto, si tratta di uno dei primi momenti che un genitore trascorre in spensieratezza con il proprio piccolo; un momento di divertimento durante il quale gli si possono donare coccole, attenzioni, sorrisi e, allo stesso tempo, è possibile semplicemente fermarsi ad osservarlo mentre gioca e si diverte.

Proprio per non intaccare questa serenità, è fondamentale concentrarsi durante l’acquisto su quegli aspetti che determinano la sicurezza e il comfort del prodotto, per farlo è necessario innanzitutto conoscerlo. Basta dare un’occhiata a quanto disponibile sul mercato per capire che esistono tanti modelli diversi: da quello ergonomico a quello pieghevole, quello con supporto rimovibile e quello gonfiabile, a uno o due posti.

Ecco allora una selezione di quelle che sono le migliori vaschette per bagnetto attualmente in circolazione, con una lista di pro e contro che possono aiutarvi a individuare il prodotto più adatto alle vostre esigenze.

Le Migliori vaschette per bagnetto del 2022

OKBABY Oplà – Vaschetta Ampia e Versatile


Un prodotto divertente, pratico e sicuro. Questa vaschetta per bagnetto è stata pensata per i bambini da 12 fino a 36 mesi, ovvero fino a 25 kg. Può essere comodamente utilizzata all’aperto o in doccia, visto l’ingombro ridotto, così come il peso, nonostante l’uso di materiali robusti e solidi come il polipropilene. Infine, bene la seduta ergonomica, il tappo per svuotarla velocemente dall’acqua e la disponibilità di ben 9 colori diversi, per accontentare i gusti di tutti.

Pro:
Qualità dei materiali
La forma verticale aumenta il livello di sicurezza
Pratica nell’utilizzo

Contro:
Le scanalature interne rischiano di far depositare acqua con la presenza di batteri

OKBABY Onda Evolution 38085535

Dello stesso brand questa vaschetta è caratterizzata da un design particolarmente ergonomico e con seduta in gomma antiscivolo che consente di lavare il bambino in due diverse posizioni. Questo serve per rendere il prodotto adatto ai neonati fino ai 6 mesi e poi ai piccoli fino a 12 mesi. Al suo interno presenta un tappo per svuotarla velocemente dall’acqua e un termometro digitale in cristalli liquidi. Realizzata in polipropilene, è un prodotto al 100% made in Italy.

Pro:
Qualità dei materiali
Versatile nell’uso
Design ergonomico che aumenta la sicurezza

Contro:
Da piena diventa troppo difficile spostarla

CBM design


Vaschetta gonfiabile, disponibile in due colori diversi – per maschietti e femminucce –, facile da montare e pratica nell’utilizzo. Si tratta di un accessorio ideale per le vacanze oppure per chi ha poco spazio disponibile in casa. Realizzata in materiali certificati e anallergici, presenta una struttura interna che, oltre ad aumentare il comfort della seduta, ne potenzia anche la sicurezza. Infine, dettagli come la valvola di scarico, il gancio per appenderla, la tasca portaoggetti laterale e la pompetta per gonfiarla aumentano la funzionalità proposta.

Pro:
Sicura e funzionale
Pratica e leggera
Accessori extra

Contro:
Materiali non eccellenti in termini di resistenza
Pompetta per gonfiare lenta

Rotho Babydesign TOP Xtra


Un prodotto semplice ma funzionale, perfetto per fare il bagnetto a due bambini insieme, fino a 17,5 kg. Presentando alla base due braccioli antiscivolo, aumenta la sicurezza per i bambini, mentre la presenza di un bracciolo rende la vasca più comoda per i genitori. Realizzata in polipropilene, è dotata di accessori extra come lo schienale rimovibile per i primi mesi di vita del bimbo.

Pro:
Utilizzo doppio
Tappetini antiscivolo
Accessori extra

Contro:
Non particolarmente comoda

Lo sapevi che durante le prime settimane di vita il bambino non può fare il bagnetto per la presenza del moncone ombelicale? È fondamentale che prima di fargli il bagno questo si sia staccato definitivamente, in modo da non rischiare che il bambino presenti ferite aperte o possa prendere infezione.

Quanto tempo usare la vaschetta bagnetto?

Non c’è una regola assoluta, anche se preferibilmente si consiglia di lavare i bambini in un’apposita vaschetta a partire da quando hanno un paio di settimane fino a massimo i due anni. Questo per due ragioni diverse.

L’età minima di due settimane è dovuta al fatto che inizialmente la pelle del bambino è molto delicata e, soprattutto, bisogna aspettare che la ferita del cordone ombelicale si sia rimarginata. Fino a questo momento si può procedere lavando il bambino con un panno umido o una spugnetta morbida.

Con riferimento ai due anni, invece, è sia perché crescendo il bimbo sarebbe scomodo in uno spazio ristretto e poi anche perché diventare più grande vuol dire avere maggiori stimoli e autonomia, e per questo è giusto che – rispettando sempre la massima sicurezza – sia lasciato più libero di godersi il momento come desidera.

Come fare il bagnetto al neonato nella vaschetta?

La parola d’ordine è una: attenzione. Anche nel caso ci siano pochi centimetri d’acqua dentro la vaschetta, bisogna sempre stare molto attenti e non lasciare mai il bambino da solo in quanto, non avendo controllo di se stesso, potrebbe farsi male anche per la distrazione di qualche secondo.

Altro avvertimento, non posizionare la vaschetta accanto ad elementi che potrebbero danneggiarla o ferire il piccolo. Infine, è importante fare attenzione alla temperatura dell’acqua che deve essere compresa tra i 32 e i 36 gradi, così da non risultare né troppo calda né troppo fredda.

Per rendere il bagnetto ancora più rilassante e divertente si può optare per la presenza di giochini e musica rilassante.

Come ripulire e disinfettare la vaschetta bagnetto?

È proprio così, esistono delle regole precise riguardo come pulire la vaschetta per il bagnetto di un neonato. La cosa più importante da fare è lavarla assolutamente dopo ogni utilizzo. Per farlo può essere riempita con dell’acqua calda e un detergente neutro da lasciare agire per circa mezz’ora. Successivamente è opportuno lavarla con una spugnetta inumidita, risciacquarla e asciugarla prima all’aria aperta e poi nella parte interna con un panno umido, così da evitare residui di acqua che potrebbero portare alla formazione di batteri. Infine, si consiglia di conservarla capovolta fino al bagnetto successivo.

vaschetta bagnetto neonato

Come scegliere la vaschetta bagnetto per neonato

Adesso che hai tutte le informazioni necessarie per orientarti nella scelta della vaschetta che può soddisfare le tue esigenze e quelle del tuo bambino, ecco una lista degli aspetti da tenere in considerazione e da valutare prima di procedere con l’acquisto.

  • Sicurezza della struttura. Esistono molti diversi generi di vaschetta che variano a seconda della struttura. Ad esempio, la vaschetta non ergonomica è adatta ai bambini da 6 mesi in su in quanto, non avendo sistemi di appoggio, il piccolo deve riuscire a tenersi da solo. Quelle ergonomiche invece possono andare anche per i più piccoli non solo per i punti d’appoggio presenti, ma anche perché spesso hanno una forma anatomica. Mentre quelle con il sostegno rimovibile sono una sorta di ibrido che può essere adattata a diverse esigenze.
  • Praticità d’uso. Si intende non solo durante il bagnetto ma anche quando viene riposta da parte dopo. È importante che la struttura sia solida, leggera e facile da sistemare. In tal senso i modelli pieghevoli o gonfiabili si presentano molto vantaggiosi.
  • Materiali. È fondamentai che i materiali usati siano resistenti, anallergici, atossici e leggeri. In questo caso i materiali plastici sono la soluzione ideale.
  • Accessori extra. Ce ne sono un’infinità, a partire dalle maniglie laterali per spostare la vaschetta o il gancio per la doccia da usare quando il bimbo è un po’ più grande. Ma anche il termometro e la bilancia integrata, i piedini e gli inserti antiscivolo oppure il vano porta oggetti, particolarmente utile per non distrarsi avendo tutto l’occorrente a portata di mano.

Altre vaschette bagnetto neonato per doccia consigliate

In Conclusione

L’acquisto della migliore vaschetta per bagnetto al proprio piccolo è un evento simbolico, rivestito della duplice importanza di dover trovare la soluzione più sicura e confortevole possibile e la migliore per divertirsi e rilassarsi insieme. Molti sono i fattori che incidono su un buon acquisto: dal materiale, alla forma e la tipologia di vaschetta, fino agli accessori extra e la facilità con la quale può essere riposta dopo l’uso.

Per questo motivo è opportuno dedicarci il giusto tempo, e prima ancora dell’acquisto fare le dovute ricerche di mercato per informarsi e arrivare preparati al momento dell’acquisto.