Miglior trapano avvitatore a batteria – classifica con recensioni e offerte

Lo avrai sicuramente tenuto in mano almeno una volta. Quando dovevi fare dei lavori in casa, fare qualche foro o, per esempio, avvitare le viti per fissare un’anta dell’armadio. Naturalmente, stiamo parlando del trapano avvitatore. Una volta era più grande e si alimentava tramite un normale cavo attaccato alla corrente. Oggi invece, i più usati sono quelli a batteria per la loro comodità nello spostamento. In questa guida, scoprirai tutto ciò che devi sapere per acquistare un trapano avvitatore a batteria adatto alle tue esigenze e ti daremo la possibilità di scegliere anche tra la nostra selezione dei migliori trapani di questo tipo del 2022. Cominciamo subito:

Avvitatore a batteria, cos’è?

Ma innanzitutto, che cos’è? Si tratta di un elettroutensile a batteria. Da non confondere con il semplice avvitatore che ha la sola funzione di avvitare e svitare bulloni e viti, questo strumento ha anche la funzione di trapano. Quindi puoi praticare dei fori su materiali non troppo duri. È pratico e versatile, si adatta a quasi tutti i lavori casalinghi o da ufficio. Solitamente è abbastanza leggero e facile da usare. Inoltre, la batteria ha una lunga durata e questo ti permette di non restare fermo coi lavori durante la giornata. Prima di continuare, ci piacerebbe che dessi un’occhiata ai migliori trapani avvitatori a batteria del 2022 che trovi qui sotto:

I Migliori trapani avvitatori a batteria del 2022

Titolo Prodotto 1

Partiamo col primo prodotto: in questo caso puoi usufruire di un trapano marca Bosch. Si tratta di un trapano avvitatore a batteria con sistema a 18 Volt. È utilizzabile per diversi materiali, puoi fare operazioni di avvitamento, svitamento e fori nel metallo e nel legno. I consumatori sono molto soddisfatti del prodotto, che lo apprezzano soprattutto per la durata della batteria e per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Titolo Prodotto 2

Questo trapano Faxamol è meno potente ma lo avrete a minor prezzo. Il voltaggio ha un valore di 12V e si ha una dimensione massima del mandrino di 10 mm. La velocità del trapano può essere variata per permetterti di perforare meglio i materiali più duri. Gli acquirenti rimangono ancora una volta soddisfatti del prodotto e lo recensiscono come comodo, leggero e robusto.

Titolo Pordotto 3

Un’alternativa valida potrebbe essere questo trapano a 20V. Idoneo per lavori fai da te e per perforare quindi legno, metallo e anche le mura di casa tua. Il peso è circa 2 kg e mezzo, quindi nemmeno troppo pesante. Particolarmente amato per la versatilità, la leggerezza e per la durata della batteria in quanto ne è dotato di due da 2000 mAh.

Titolo Prodotto 4

Torniamo nella fascia dei 18V: il trapano dello store di Teccpo ci offre comodità e robustezza. Si tratta di un prodotto anche versatile, regolabile in velocità e molto efficiente. La ricarica richiede solo 30 minuti. È un pochino più pesante rispetto agli altri, ma sicuramente ne vale la pena, in particolare per l’eccellente rapporto che c’è tra la qualità del prodotto e il prezzo.

Gli avvitatori a batteria possono essere usati come trapano?

La risposta probabilmente ti è stata data all’inizio. Avere una gamma di utensili elettrici tra cui scegliere ti semplificherà la vita. Una delle migliori opzioni da considerare è la scelta di un trapano avvitatore a batteria. Questo strumento ti sarà incredibilmente utile in diverse occasioni. La risposta, in breve, è assolutamente si. Non sarebbe un fantastico vantaggio aggiuntivo? E ti dirò di più: non solo puoi utilizzare un avvitatore come trapano a batteria, ma ci sono alcuni pro a cui può portare questa caratteristica.

Il primo grande vantaggio è sicuramente nel costo, in quanto è necessario un solo strumento per eseguire una serie di lavori. Un avvitatore fa solo un lavoro, mentre un trapano avvitatore a batteria può aiutarti in una serie di situazioni molto diverse. I trapani tendono anche ad essere avvitatori più grandi e potenti. Ciò significa che sono più adatti per i lavori difficili in cui è necessaria una forza maggiore. Un avvitatore non è sempre abbastanza potente.

Naturalmente, se usi il tuo trapano avvitatore a batteria per molti lavori, puoi portarlo ovunque con te. Ciò significa che sei sempre pronto a svolgere vari compiti senza la necessità di portarti dietro più strumenti.

Qual è il voltaggio migliore quando si usa un avvitatore a batteria?

Domanda più tecnica, che alcune persone probabilmente non si pongono. Qual è quindi il voltaggio migliore quando si utilizza un avvitatore? Possiamo dividere la risposta in due parti: voltaggio per lavori leggeri e voltaggio per lavori medio-pesanti. In genere, per i lavori leggeri si intendono compiti svolti su materiali più morbidi come legno tenero (pino o cedro), plastica e cartongesso. Su questo materiale non è richiesta molta potenza, per questo è sufficiente un voltaggio di 4V o anche meno. Per quanto riguarda i lavori medio-pesanti, entrano nella categoria i legni duri come quercia o noce e ceramiche. In questo caso, lo sforzo sarà maggiore e il voltaggio non dovrà essere minore di 7 V.

Come caricare la batteria?

Nel caso in cui non lo sapessi, nel mercato puoi trovare due tipi di trapano a batteria. Quello con la batteria integrata e quello con la batteria removibile.
Se parliamo di trapani avvitatori a batteria integrata, allora puoi caricare la batteria in due modi: tramite il cavo, in cui colleghi un’estremità all’elettroutensile e l’altra alla presa di corrente, proprio come un normale caricabatterie per qualsiasi dispositivo.

Oppure puoi sempre usare l’opzione di un caricatore stand-alone. Puoi quindi collegare questo caricabatterie alla corrente elettrica ed esso trasferirà la carica nel trapano attraverso l’impugnatura. Se al momento dell’acquisto dell’utensile non è incluso un caricabatterie o se dovessi acquistarne uno di nuovo, assicurati di scegliere quello corretto per la tua batteria.

Il caricatore sarà etichettato con il materiale e la tensione della batteria che può caricare. Ma attenzione: poiché la batteria non può essere rimossa dall’utensile, non è possibile utilizzare un avvitatore a batteria con batteria integrata mentre la batteria è in carica.

Per quanto riguarda quella removibile, essa richiede per forza un caricabatterie, che si collegherà alla presa elettrica. I caricabatterie che potete trovare in commercio, sono disponibili in dimensioni e voltaggi diversi. Anche in questo caso, bisogna fare attenzione a una cosa: mentre la batteria è in carica non sarà possibile utilizzare l’avvitatore a batteria, a meno che non si acquisti una batteria di riserva da utilizzare nell’utensile mentre la prima è in carica.

trapano avvitatore a batteria professionale

Come scegliere un trapano avvitatore a batteria

Come sempre, abbiamo deciso di non lasciare al caso la tua decisione e vorremmo indicare i criteri fondamentali che devi prendere in considerazione per scegliere in modo adeguato il tuo trapano. Leggi con cura questi criteri perché sono fondamentali per l’acquisto:

  • batteria o filo: i trapani a batteria hanno dalla loro parte la comodità d’uso, la compattezza e la maneggevolezza. Puoi infatti portarli ovunque senza avere il bisogno di una presa di corrente. Ma la differenza sostanziale la puoi ritrovare anche nella potenza e nelle possibilità di lavoro.
  • potenza: a proposito di potenza, devi distinguere quella nominale da quella reale. La nominale riguarda l’assorbimento della macchina, mentre la reale è quella che troveremo disponibile sul mandrino del trapano. Fino a 600W si parla di utensili per uso hobbistico o casalingo. Se si sale a circa 800W puoi permetterti di forare anche delle pareti.
  • percussione: la percussione viene misurata in colpi al minuto. Gli attrezzi professionali si aggirano intorno ai 50 mila colpi al minuto. Per un uso saltuario e hobbistico puoi andare sui 20 mila colpi.
  • mandrino: parte meccanica molto importante. Può essere di molte forme in base all’inserto: esagonale, quadrato ecc…Se trovi delle ganasce, allora si tratta di un mandrino autoserrante. Dai quindi un’occhiata alla dimensione massima e alla dimensione minima che il mandrino può andare a stringere. La massima si aggira di solito sui 10-13 mm e quella minima sui 2-3 mm.
  • velocità: diamo un po’ di numeri. I più performanti si aggirano intorno ai 5 mila giri al minuto, quelli di media fascia 3 mila giri e quelli di fascia per uso domestico vanno intorno ai 1500 giri.
  • coppia di serraggio: si misura in Newton/metro. Più è alta e meglio è. Questo perché ti permette di far lavorare l’attrezzo su qualsiasi tipo di materiale. La coppia di solito può essere anche regolata perché, se troppo bassa, rovinerà la testa del trapano.

Catalogo trapani avvitatori a batteria professionali

In Conclusione

Sei arrivato alla fine di questo articolo. Se sei qui, vuol dire che l’argomento ti interessa veramente. Per concludere, il trapano avvitatore a batteria è di sicuro uno degli strumenti più pratici e versatili per l’utilizzo che ne si fa. La comodità della batteria è un enorme vantaggio che dovresti sfruttare, per avere più tempo a disposizione nel lavoro da svolgere e per non avere il pensiero del caricatore da portarsi sempre dietro.

Quindi, la prossima volta che dovrai scegliere un trapano, ti consigliamo di ricordarti di questa guida. Se sarai ancora indeciso su quale prodotto acquistare, puoi sempre fare riferimento alla nostra selezione dei migliori trapani avvitatori a batteria dell’anno.