Smartphone con tastiera fisica – scopriamo gli ultimi in commercio

Inutile negare che la tastiera su schermo non sia ormai onnipresente ma, molti di noi, desiderano ancora tastiere vere e proprie con tasti fisici, che offrono semplicemente un’esperienza di digitazione migliore rispetto alle soluzioni puramente digitali. Purtroppo, con la scomparsa del marchio Blackberry, il mercato degli smartphone con tastiera ha subito una battuta d’arresto. Quindi, per avere dei tasti veri e propri, al momento bisogna accontentarsi di alcuni modelli di produttori di nicchia o ricorrere ai vecchi telefoni con tastiera.

Tra i modelli di smartphone con tastiera, ne abbiamo testati alcuni e deciso di raccogliere, in questa guida, quelli che più si possono avvicinare alle performance dello smartphone comune presente oggi sul mercato.
Quindi, bando alle ciance, ecco quali sono i migliori smartphone con tastiera (fisica) secondo Qualevoglio.it

I migliori smartphone con tastiera fisica del 2022

Blackberry Key2

l Blackberry Key 2 è uno degli ultimi telefoni importanti a utilizzare il layout della tastiera QWERTY. Fortunatamente, questo dispositivo è un telefono Android, il che significa che gli utenti possono disporre di funzioni molto interessanti. Questo smartphone Blackberry è un kit brillante dotato di tastiere che possono essere utilizzate per la messaggistica, la digitazione rigorosa e altro ancora.

Questa tastiera è fluida ed è una delle tastiere QWERTY più brillanti che si possano trovare negli smartphone di oggi. Sebbene il Blackberry sia uno smartphone con tastiera, consente anche di digitare in modo intelligente. Ci piace la dimensione dello schermo di questo dispositivo, che contiene tutti i nostri contenuti scritti, ma sembra piuttosto piccolo. Questa tastiera QWERTY offre la migliore esperienza che si possa trovare su uno smartphone.

Oltre a ciò, questo dispositivo si presenta come uno smartphone attraente e potente, dotato di grande resistenza e di varie funzioni di sicurezza e privacy. Ottimo il fatto che Blackberry abbia perfezionato l’intera esperienza di questa tastiera, infatti, La tastiera Key2 Blackberry è ora dotata di tasti leggermente più grandi. Questa tastiera QWERTY dispone anche di una funzione di tastiera retroilluminata. È anche un dispositivo capacitivo, il che significa che la tastiera è sensibile alle dita.

Blackberry kEYone

Proprio come il Blackberry Key2 visto prima, il Blackberry KeyOne è uno dei migliori smartphone con tastiera QWERTY che si possano trovare sul mercato. Come tutti i telefoni con questa tastiera fisica, questo dispositivo ha un design elegante, tasti ben distanziati e altre caratteristiche affascinanti.

Questo dispositivo ha un’ottima durata della batteria, tasti fisici di scelta rapida ineguagliabili e grandi opzioni di personalizzazione. Amiamo l’eccellente design e la qualità costruttiva di questo dispositivo perché ci permette di lavorare in modo intelligente.

Con questo dispositivo, è possibile utilizzare la barra spaziatrice per eseguire funzioni come il sensore di impronte digitali.

Questo smartphone ha alcune delle migliori caratteristiche che ci si aspetta da un telefono con tastiera. All’avanguardia lo schermo vibrante da 4,5 pollici. Il dispositivo ha anche un display a 1080p ed esegue il sistema operativo Android 7.1.1. Altre caratteristiche includono un processore Qualcomm Snapdragon 625 e 32 GB di memoria integrata, oltre a uno slot per schede MicroSD se avete bisogno di spazio.

Nokia N97

Per chi usa spesso la posta elettronica, il Nokia N97 ha una tastiera completa integrata oltre al preciso touchscreen. I tasti sono così grandi che possono essere digitati con entrambi i pollici. Anche il punto di pressione dei tasti è chiaramente visibile. Le dieresi sono rapidamente selezionabili sulla tastiera. L’ampio schermo e l’ampia memoria interna (30 gigabyte) fanno risaltare lo smartphone. Le caratteristiche, le funzioni e-mail e la qualità delle foto della fotocamera sono buone, ma il ritardo dell’otturatore della fotocamera con autofocus è troppo lento.

Confronto tra i layout dei tasti: QWERTZ vs. QWERTY vs. AZERTY

Il termine “tastiera QWERTY” viene ripetutamente citato in relazione ai telefoni cellulari, in particolare agli smartphone aziendali. Dovrebbe semplificare la scrittura del testo ed essere più intuitivo da usare. In realtà, la denominazione criptica nasconde semplicemente una tastiera come quelle che conosciamo in ogni computer: su una tastiera QWERTY, ogni lettera dell’alfabeto ha un proprio tasto. Il nome deriva dalla disposizione delle lettere: in questo caso, le prime sei lettere della riga superiore della tastiera tedesca, lette da sinistra a destra, formano il termine QWERTZ.

Il termine “QWERTY” viene spesso utilizzato per i telefoni cellulari. Si riferisce al layout della tastiera americana in cui le lettere “Y” e “Z” cambiano posto sulla tastiera. Almeno per quanto riguarda le lettere di base, non ci sono altre differenze rilevanti. Poiché i telefoni cellulari sono sempre dotati di una tastiera adattata quando vengono venduti sul mercato italiano, i termini QWERTY e QWERTZ sono spesso usati come sinonimi. Analogamente, la tastiera AZERTY, molto più rara, è l’equivalente francese. Le tastiere francesi differiscono molto di più nella disposizione dei tasti, per cui gli utenti italiani devono abituarsi alla digitazione. In linea di principio, tuttavia, tutti e tre i termini hanno lo stesso significato: Una tastiera completa con tasti per ogni singola lettera.

QWERTY: vantaggi per chi scrive spesso a macchina

Le tastiere QWERTY sono quindi particolarmente adatte ai dattilografi abituali che, oltre ai messaggi di testo, lavorano anche su e-mail o documenti di testo più lunghi sui loro telefoni cellulari. A differenza delle precedenti tastiere alfanumeriche con 12 tasti assegnati in modo multiplo, di solito devono essere azionate con entrambe le mani, ma il familiare layout del PC ne facilita l’uso intuitivo. Grazie all’assegnazione singola, non è necessario premere quattro volte lo stesso tasto per lettere come la “S”, come avviene con la normale tastiera del telefono cellulare. Tutti gli smartphone moderni sono quindi dotati di tastiere QWERTY virtuali.

E’ raro come versione hardware

In questo mondo, non c’è quasi più bisogno di vere e proprie tastiere hardware collegate al telefono cellulare in formato slider. Lo svantaggio è che l’aspetto del telefono ne risente un po’ e gli smartphone sono più larghi e quindi più ingombranti. Anche con i cursori laterali con la loro visualizzazione adattata in formato orizzontale, il dispositivo è ancora più grande, soprattutto perché questo aggiunge semplicemente uno strato, rendendolo più spesso. Attualmente sono ancora disponibili sul mercato solo vecchi telefoni di questo tipo; quelli nuovi non vengono più prodotti.

Alternativa: Smartphone touch-screen con tastiera virtuale qwerty

Al momento dell’acquisto di un telefono cellulare, dovreste valutare se davvero digitate così tanto testo da dover sopportare gli svantaggi di una tastiera QWERTY. In molti casi, uno dei moderni telefoni cellulari touch-screen con tastiera QWERTY virtuale sullo schermo può rivelarsi un’utile alternativa. Ciò è tanto più vero per gli smartphone con riconoscimento della scrittura, come i modelli Galaxy Note di Samsung, che riescono a fare a meno di una tastiera. È ancora più veloce che digitare su una tastiera fisica!

cellulari android con tastiera fisica