Scaldabiberon portatile da viaggio – le migliori opzioni per auto

La vita dei genitori è sempre frenetica, ancora di più quando si ha a che fare con bambini molto piccoli che hanno bisogno di continue attenzioni e, soprattutto durante i primi anni di vita, necessitano di seguire un’alimentazione regolare sia dal punto di vista delle pietanze preparate ogni giorno che degli orari stabiliti per la pappa.

Così spesso si ha l’impressione di non riuscire ad avere il tempo per fare tutto. Ancora di più quando si lavora, oppure quando le proprie abitudini vengono rivoluzionate, ad esempio durante un viaggio. Per questo motivo si stanno diffondendo sempre di più elettrodomestici e piccoli strumenti per la casa ideati proprio per andare in contro ai genitori nella gestione dei figli.

Uno di questi è lo scaldabiberon da viaggio. Scopriamo di cosa si tratta!

Scaldabiberon da viaggio, cos’è

Si tratta in pratica di un piccolo contenitore che consente di impostare timer e temperatura al fine di riscaldare il latte nel biberon o anche le pappe da dare al bambino. Fino a poco tempo fa, nonostante la sua utilità, l’apparecchio presentava però il limite della corrente elettrica. Ovvero, per utilizzarlo bisognava per forza alimentarlo con una normale presa a corrente, avendo come conseguenza problemi a gestirlo fuori casa.

Problema oggi risolto grazie ai modelli di scaldabiberon da viaggio, creati per dare la possibilità al genitore – o a chi gestisce bambini – di svolgere questa azione senza doversi più preoccupare di nulla. I modelli da viaggio, infatti, possono funzionare a batteria o anche con la presa da auto. Basterà decidere quanto e quando riscaldare il biberon e il gioco è fatto, senza dimenticare le funzioni extra che le migliori soluzioni sono in grado di offrire.

Analizziamo nel dettaglio cosa offre il mercato!

I Migliori scaldabiberon portatili del 2022

Alecto 815052

Un modello di scaldabiberon molto apprezzato per la sua praticità e versatilità d’uso. Si tratta infatti di una soluzione ideale sia per utilizzo domestico che da portare in viaggio grazie alla doppia alimentazione tramite normale cavo elettrico oppure mediante cavo accendisigari da poter utilizzare in macchina. Nel primo caso l’apparecchio arriva a riscaldare il contenuto in 8 minuti, mentre nel secondo in 15 minuti, ma in entrambe le modalità assicura di mantenere stabile la temperatura fino al suo utilizzo.

Pro:
Pratico con manopola centrale
Versatile con doppia alimentazione da usare in viaggio o a casa
Multiuso, riscalda vasetti o biberon in plastica e vetro
Funzione spegnimento automatico

Contro:
Funzionamento più lento di quanto indicato

Scaldabiberon DAHEMA

Ecco un prodotto al 100% portatile e al 100% versatile. Partiamo da questo secondo aspetto, dovuto al fatto che lo scaldabiberon integra 3 diverse funzioni, ovvero oltre a scaldare il latte può essere utilizzato per contenere il latte in polvere e per dosarlo. Inoltre, essendo provvisto di batteria da 5000 mAh, è dotato di completa autonomia almeno fino a 4 poppate. Una volta scarico, bisognerà solo ricordarsi di ricaricarlo tramite il semplice cavo usb fornito nella confezione.

Pro:
Multiuso, serve per riscaldare, contenere e dosare il latte
100% portatile
Design compatto
Riscaldamento rapido
Funzione termos

Contro:
Dispenser latte non preciso come i misurini

Tommee Tippee ScaldaBiberon

Un modello di scaldabiberon che punta alla praticità, caratterizzato da un design essenziale che esalta ancora di più la specifica funzione per la quale è stato progettato. Il suo utilizzo è davvero semplice, occorre solamente riempire il thermos di acqua bollente – che sarà mantenuta come tale per almeno 5 ore – e, dopodiché, versarla nel tappo all’occorrenza per riscaldare a bagnomaria il biberon oppure ciò che serve.

Pro:
Semplice nell’uso
Design minimal e compatto
Facile da pulire

Contro:
Peso considerevole

Miniland 89231

Adatto a chi ha poco spazio o chi preferisce prodotti minimal, questo scaldabiberon portatile da viaggio funziona esclusivamente tramite aggancio ad attacco da auto e riesce a mantenere il calore prestabilito per circa un’ora dalla sua entrata in funzione. Piccolo ed essenziale, riscalda vasetti in plastica o vetro per latte e pappe.

Pro:
Maneggevole
Semplice nell’uso
Multiuso, riscalda vasetti o biberon in plastica e vetro

Contro:
Riscaldamento limitato

Lo sapevi che molti pediatri consigliano di lasciare il biberon per la tazza quando il bambino raggiunge i 12 mesi? In realtà non c’è una regola, è giusto che ogni genitore faccia come si sente considerando necessità e preferenze del proprio piccolo. Nel momento in cui si passa alla tazza, è possibile utilizzare un microonde, che non avrà la stessa precisione in termini di temperatura raggiunta, comunicata e tenuta nel tempo, ma risulta altrettanto comodo nell’uso.

Come si usa lo scaldabiberon portatile?

Ricordiamo innanzitutto che esistono due diverse modalità di riscaldamento del latte: quella che utilizza l’acqua, quindi un sistema simile a quello a bagnomaria, e uno a induzione termica. Entrambi sono validi, ma il secondo, seppure più pratico, risulta leggermente più lento.

In entrambe i casi bisogna per prima cosa posizionare il biberon, o il vasetto che si intende riscaldare all’interno del vano, impostare la temperatura che si vuole raggiungere attraverso una manopola solitamente posta sul fronte dell’apparecchio e aspettare pochi minuti che questa venga raggiunta. Solo una volta che il bambino inizierà a succhiare il latte la temperatura inizierà a calare, fino a quel momento rimarrà costante al livello stabilito.

Come si pulisce lo scaldabiberon da viaggio?

L’igiene è un aspetto fondamentale da considerare per tutti gli apparecchi che entrano in contatto con i bambini. Nel caso specifico di uno scaldabiberon la regola è che più lo si usa, più rigida e frequente deve essere la manutenzione. Ancora, le case di produzione consigliano di non utilizzare prodotti chimici per rimuovere il calcare, mentre i metodi ideali sono: un semplice panno oppure aceto o acido citrico.

Se l’idea è di procedere con un panno, bisogna svuotare il contenitore da ogni residuo di acqua, asciugarlo delicatamente con un panno morbido e poi lasciarlo arieggiare. Nel caso dell’aceto o acido citrico occorre diluire 50 ml di aceto in 100 ml acqua fredda o 10 gr di acido citrico in 200 ml di acqua fredda e lasciarli nel cestello.

scaldabiberon portatile da auto

Come scegliere uno scalda biberon portatile

Giunti a questo punto, prima di procedere con il nostro acquisto, occorre considerare ancora una volta i seguenti fattori per assicurarsi di aver trovato il prodotto migliore e il più adatto a noi.

  • Metodo di riscaldamento: ne esistono diversi tipi. Quello più sicuro, ma anche più lento, è il riscaldamento con acqua a bagnomaria; il più veloce, ma rischioso per la temperatura raggiunta è quello con tecnologia steam heat.
  • Facilità d’uso: in generale si tratta di un apparecchio semplice da utilizzare, la cui interazione avviene semplicemente tramite una manopola che serve ad accenderlo a regolare la temperatura.
  • Sicurezza: è un aspetto fondamentale da considerare e riguarda diversi fattori, come ad esempio i materiali utilizzati che devono essere resistenti e non tossici, e la regolazione della temperatura, che invece deve essere in grado di mantenere i nutrienti del latte senza correre il rischio di far scottare il piccolo.
  • Versatilità: si riferisce alla possibilità di utilizzare lo scaldabiberon per riscaldare anche vasetti di diversa dimensione contenenti cibo grazie al design del prodotto.

Catalogo scaldabiberon per chi viaggia in auto

In Conclusione

Quando si ha un bambino piccolo avere uno scaldabiberon è sempre un grande aiuto. Semplice e pratico sia nell’uso che nella procedura di pulizia, consente di riscaldare latte e pappe in pochi minuti, senza il rischio di raggiungere temperature pericolose oppure che il latte si raffreddi se non viene bevuto in fretta. L’unico limite sembra essere l’attacco obbligato alla corrente elettrica, ma per i modelli portatili non è così. È possibile utilizzarli caricandoli a batteria o in auto.