Pittura per pavimenti, soluzione per interni ed esterni

Quando si compra una casa nuova, solitamente ci sono sempre dei lavori da fare all’interno. Magari il pavimento non è in armonia con il resto della casa o qualche piastrella è usurata e scolorita. Insomma, tutto quello che riguarda il rinnovamento può essere un motivo per svolgere dei lavoretti e godersi alla fine la casa dei propri sogni. Nelle prossime righe, andrai a scoprire tutto quello che hai bisogno di sapere riguardo la pittura per pavimenti.

Se vuoi rinnovare i rivestimenti della tua abitazione o del tuo giardino, ti consiglio di proseguire con la lettura. Ma prima di entrare nel vivo della guida, ecco la selezione delle migliori pitture per pavimenti del 2022:

Le Migliori pitture per pavimenti del 2022

Jovira – pittura per pavimenti sportivi

Partiamo subito alla grande col primo prodotto. Si tratta di una pittura adatta a pavimenti esterni o interni. In particolare, aderisce molto bene ai campi sportivi da tennis, da basket o da calcio a 5. All’acquisto potrete riceverne 2 confezioni da 5 litri ciascuna. Ognuna ha al suo interno un rivestimento acrilico che va diluito inizialmente con un po’ d’acqua. Questa pittura per pavimenti è un ottimo prodotto ben recensito anche dai consumatori su Amazon.

Fonteino – l’alternativa per pavimenti in calcestruzzo

A un prezzo medio-alto invece, potete usufruire di questa vernice di pavimenti marca Fonteino. Si tratta di una vernice acrilica che non contiene alcun tipo di solventi. Può essere utilizzata soprattutto per superfici interne. Per esempio in un ufficio, in un negozio, nel terrazzo o in casa. La pittura in questione è durevole, aderente e di qualità. Infatti, viene amata dai consumatori proprio per queste caratteristiche.

Arcade – per chi ha le piastrelle

Se avete del budget da spendere in più, prendere in considerazione questa pittura per pavimenti potrebbe essere la decisione ideale per le vostre esigenze. Arcade Industries ci offre questo prodotto adatto ai pavimenti in ceramica e a tutte le piastrelle. Si tratta di una resina epossidica di facile applicazione e resistente al calore. Con una valutazione di 4,5 stelle su 5, rimane una pittura che piace molto ai fruitori.

Lo sapevi? La scelta dei giusti colori della stanza e della pittura per il pavimento, può dare un effetto particolare all’ambiente circostante. Infatti, la giusta combinazione può suscitare alcune tipologie di emozioni, rendere più calmi e rilassati. È la base di quella che oggi viene definita cromoterapia. Ovvero lo studio del comportamento dell’uomo nei confronti dei colori. Per ottenere una casa più “calorosa” e “accogliente” potremo utilizzare dei colori caldi come il rosso o l’arancione. Insomma, è un gioco di colori che potrete creare acquistando la giusta pittura per pavimenti o un colorante aggiuntivo.

Quale pavimento può essere pitturato?

E se una volta che ti trovi davanti al pavimento esterno di casa tua o a delle piastrelle, hai il dubbio se possa essere pitturato? La domanda è più che lecita e tra poco ti risponderemo in modo che tu possa andare sul sicuro.

Innanzitutto, tieni presenti che non tutti i pavimenti possono essere ricoperti di pittura. Infatti, i pavimenti flessibili e i pavimenti in PVC non possiedono le caratteristiche adatte. Al contrario, possiamo farlo su dei pavimenti in piastrelle o su pavimenti in cemento. Quelli in legno, invece, solitamente possono essere pitturati ma la maggior parte delle persone preferisce cospargere della apposita cera studiata per il mantenimento del legno.

Resta il fatto che serve comunque la giusta vernice per il giusto pavimento. Per esempio, la pittura per pavimenti è ideale per un garage o qualsiasi altro pavimento in cemento.
Per dipingere un pavimento con piastrelle, potete utilizzare una vernice epossidica.

Quindi, la scelta della tipologia di pittura avrà un impatto decisivo sul successo del tuo lavoro. Si consiglia quindi di controllare sempre che la pittura che ti interessa sia idonea per la tua tipologia di pavimento. Per fare ciò, non devi fare altro che leggere le istruzioni e le condizioni d’uso della vernice prima di effettuare l’acquisto.

i diversi tipi di pittura per pavimento

A seconda delle esigenze e delle caratteristiche del pavimento, possiamo scegliere tra diverse tipologie di pittura. Esistono 3 categorie principali che puoi trovare sul mercato:
Colori acrilici o pitture a base d’acqua:

La pittura acrilica ha un composto interamente basato sull’acqua, che gli permette di asciugarsi rapidamente ed essere applicata in modo semplice. C’è anche una vasta gamma di colori che ti permette di dare libero sfogo alle tue idee in termini di decorazione. D’altra parte, i vantaggi derivanti dalla sua particolare composizione sono anche svantaggi per l’utilizzo a pavimento. Anche se alcuni non esitano ad utilizzare la pittura acrilica sui pavimenti, non necessariamente la consigliamo perché manca una resistenza a lungo termine.
Pitture alchidiche:

Quella alchidica è una pittura che mescola una base di acqua e olio. Si tratta quindi di una pittura mista a base d’acqua ma resine utilizzate nei colori ad olio. D’altra parte, per la presenza di acqua nella sua composizione, è meno resistente delle pitture ad olio al 100% come quelle epossidiche o glicerinate.

Colori ad olio come la resina epossidica:
Esistono due tipi di vernice a base di olio: vernice epossidica e glicerina. Gli artigiani spesso prediligono la resina epossidica, che ha caratteristiche interessanti in termini di resistenza e durata. Inoltre, può essere utilizzato sia su pavimenti interni che esterni.

Come pitturare il pavimento?

Hai comprato la pittura ma non sai come fare un lavoro efficace e duraturo? Non preoccuparti, tra poco scoprirai come pitturare il tuo pavimento. Tieni presente che pitturare un pavimento è più difficile che pitturare un muro. Questo perché la vernice che andrai a cospargere dovrà aderire perfettamente alla superficie. Ma ecco come pitturare al meglio il tuo pavimento:

Ricordati innanzitutto di proteggere il fondo dei battiscopa, nonché le varie aperture della stanza. Preferibilmente, è meglio dipingere prima il soffitto, poi le pareti e infine il pavimento. Il vantaggio di effettuare un ordine di pittura è che molto difficile che il pavimento macchi il resto della stanza. Inoltre, fai attenzione a non camminare nella vernice e a non spargere la vernice sul pavimento delle altre stanze!

La pittura per pavimenti viene applicata su un supporto pulito, asciutto e sano. Idealmente, è meglio sgrassare e pulire il pavimento. Al limite, potete svolgere un lavoro di carteggiatura. Consiglio aggiuntivo: pulisci anche le superfici verniciate, soprattutto se la vecchia vernice si sta sfaldando.
Applica poi un sottosmalto per pavimenti. Esso garantirà l’adesione della vernice e la sua tenuta nel tempo. Il fondo si applica a pennello negli angoli della stanza e a rullo sulla maggior parte del pavimento. Considera di iniziare dal lato opposto della porta, in modo da poter lasciare la stanza una volta che l’intero pavimento è stato coperto.

Ora puoi cominciare a stendere la pittura per pavimenti. Una pittura per pavimenti viene applicata in una o due mani, preferibilmente a rullo. Inizia dal lato più lontano dalla porta e lavora di metro quadrato in metro quadrato. Assicurati di applicare uno strato uniforme di vernice su tutto il pezzo.
Una volta finita l’applicazione, puoi proteggere la tua pittura con della vernice trasparente protettiva.

Questa creerà un involucro protettivo e consentirà alla vernice di fissarsi meglio.
Tieni presente che una buona pittura per pavimenti di solito lascia un sottile strato di protezione sul pavimento. L’applicazione di una vernice protettiva per pavimenti non è quindi obbligatoria se la vernice applicata ti sembra resistente.

pittura per pavimenti

Come scegliere una pittura per pavimenti

Per scegliere una pittura adatta alla tue esigenze, non basta confrontare i prezzi nei negozi specializzati. Devi prendere in considerazione alcuni importanti criteri che ti permetteranno di acquistare un prodotto il cui lavoro che ti lascerà soddisfatti. Vediamo i criteri uno ad uno:

  • prezzo: non è l’unica che devi considerare, ma comunque bisogna metterla in lista. La cosa importante da ricordare è che, nel caso delle pitture per pavimenti e vernici, i prezzi più bassi potrebbero non soddisfare i vostri desideri. Fai una stima del tuo budget e confronta i vari costi.
  • tipo di applicazione: come hai potuto leggere anche in precedenza, non tutti i pavimenti sono adatti per essere pitturati e non tutte le pitture sono adatte ad ogni superficie. Se si vuole rivestire qualche piastrella del bagno o della cucina, solitamente è preferibile acquistare una pittura apposita per piastrelle. Discorso diverso è per i pavimenti a cemento, dove avete bisogno di una pittura più forte e resistente.
  • tipologia di pittura: nessuna pittura è uguale all’altra. La miscelazione con cui sono prodotte può essere diversa. Infatti, esistono vernici acriliche e vernici epossidiche. Quest’ultima è adatta a creare un rivestimento duraturo e resistente. Le vernici acriliche invece sono più economiche, meno resistenti ma anche più semplici da utilizzare.

Pittura per pavimenti interni

Pittura per pavimenti esterni

In Conclusione

Siamo al termine dell’articolo. In questa guida, hai scoperto come pitturare un pavimento e che ci sono diverse tipologie di pittura da scegliere in base alla superficie da rivestire, che sia pavimento in piastrelle o cemento. Inoltre, ora sai anche quali criteri devi tenere a mente per una scelta finale senza rimorsi. Ricordati che, prima di metterti al lavoro, devi proteggere la stanza e prendere qualche accortezza per far sì che il risultato finale sia come te lo aspettavi.

Come sempre, se sei indeciso su quale prodotto acquistare, puoi fare riferimento alla nostra classifica con i migliori prodotti, qui sopra.