Pantaloncini da trekking estivi, Scopriamo i migliori

Nelle vostre escursioni o attività di trekking estive, la comodità deve essere un aspetto fondamentale da prendere in considerazione per passare al meglio la giornata.

L’abbigliamento utilizzato, infatti, comporta la vostra libertà di movimento e la protezione in caso di eventi atmosferici imprevedibili. In particolar modo, i pantaloncini che andremo a utilizzare in attività di trekking devono essere scelti con cura prima di partire. Ecco perché abbiamo deciso di proporvi questa interessante guida in cui andremo più nel dettaglio e, alla fine dell’articolo, saprete scegliere il pantaloncino adatto a voi.

Cosa sono i pantaloncini da trekking estivi?

Ma cosa sono i pantaloncini da trekking estivi? Si tratta di semplici pantaloncini a prima vista, ma sono adatti ad attività un po’ più estreme rispetto all’utilizzo che ne facciamo in città, come appunto trekking, escursionismo e molto altro. Ci sono diverse tipologie di pantaloncini che hanno alcune caratteristiche che possono fare la differenza, come il materiale di fattura che può essere in nylon, elastante o spandex. Possiamo tenere conto per esempio anche della cucitura dell’interno coscia e delle tasche. Insomma, non è una scelta semplice che si può prendere a freddo. Prima di entrare di più nel dettaglio, vediamo i migliori pantaloncini da trekking estivi:

I Migliori pantaloncini da trekking estivi del 2022

Zoerea – Il modello convertibile da uomo 😮

Come prima scelta consigliamo questi pantaloni da trekking convertibili in misura corta. Sono dei pantaloni ad asciugatura rapida, quindi le piogge non dovrebbero dare troppo fastidio. Dai consumatori si riscontrano i seguenti pro:

  • comodi: con cintura regolabile e tasche con zip
  • buona fattura
  • permettono una buona traspirazione

Unico svantaggio è:

  • peso: non è un pantalone perfetto per l’estate se lasciato lungo ma fortunatamente potete optare di convertirlo in corto tramite la cerniera

X-TIGER – Il pantaloncino unisex super traspirante 💨

Sempre rimanendo sulla stessa fascia prezzo, possiamo considerare la scelta di questi pantaloncini da montagna. In questo caso ci troviamo di fronte a pantaloncini non convertibili, con tessuto costituito per il 92% da poliestere e l’8% da spandex.

Vediamo i pro e i contro:

  • comfort e praticità
  • 7 tasche con cerniera
  • tessuto traspirante

Contro:

  • imbottitura: i pantaloncini risultano fin troppo leggeri per una lunga attività di trekking dove magari si può abbassare la temperatura

Muscle Alive – I classici Bermuda Camo da uomo 🟢

Questi shorts sono adatti non solo al trekking, ma anche ad altre attività all’aria aperta come escursionismo e viaggi. Si tratta di comodi pantaloncini in 100% cotone con tasche laterali per non perdere qualsiasi oggetto utile. Vediamo i vantaggi:

  • tessuto robusto
    comodi con bottone e possibilità di inserire una cintura
  • pratici con 6 tasche profonde

Per quanto riguarda gli svantaggi:

  • peso: il tessuto è molto robusto e resistente, quindi il peso eccessivo potrebbe essere un problema

Little Donkey – La miglior scelta per le donne 👩

Pantaloncini da trekking elastici e ad asciugatura rapida. Si tratta del quarto prodotto di oggi esclusivamente per donne. Composto da 95% Poliestere e 5% Elastan per una fattura e comfort ideali.
Vediamo i pro:

  • alta protezione dai raggi ultravioletti
  • si asciuga rapidamente se bagnata con acqua e pioggia
  • comodi per la loro elasticità

Uno svantaggio da prendere in considerazione è:

  • poche tasche: solo 2 tasche con cerniere e se avete oggetti da portar via non potete chiaramente approfittarne

CMP – Bermuda da donna con tessuto super leggero 🍃

Anche in questo caso ci troviamo di fronte a pantaloncini da trekking per donna. Si presentano come dei pantaloni con un design semplice ed è possibile scegliere colori diversi in base ai gusti. Senza perderci troppo in chiacchiere, vediamo i pro:

  • tessuto eccellente: 89% poliestere, 11% elastan
  • buona elasticità
  • buona protezione dai raggi ultravioletti

Un contro riscontrato anche nel prodotto precedente:

  • poche tasche: anche in questo caso abbiamo solo 2 tasche con cerniere

Lo sapevi? Scegliere con cura i pantaloncini da trekking permette di proteggervi dai raggi ultravioletti. Infatti, nell’etichetta dovreste trovare il valore UPF, che sta per Ultraviolet Protection Factor. L’indicazione del valore UPF serve per valutare quanto il tessuto dei pantaloncini può proteggerci. Un esempio, se il valore è di 50 UPF vuol dire che il pantaloncini riesce a far passare solo il 2% dei raggi UV. Questo fattore è importante considerarlo soprattutto per chi ha una pelle sensibile o molto chiara.

Stop, abbiamo anche delle guide interessanti sui passeggini da trekking oppure sugli zaini da trekking superleggeri

Meglio pantaloncino corto o lungo?

Durante la lettura dell’articolo vi sarete chiesti: “ma è meglio il pantaloncino lungo o corto?”
Se vi recate in un negozio specializzato troverete sicuramente i pantaloni a doppio uso. Questa tipologia di pantaloni da trekking possono essere separati e usati sia lunghi che corti tramite una cerniera e quindi, con una spesa unica, potete portarvi a casa il meglio dei due.
Ma è veramente così?

Di base sì, ma sono meno comodi a causa della cerniera che potrebbe strusciare sulla gamba e darvi molto fastidio, in particolare se l’attività si prospetta di lunga durata.
Per capire quindi se sceglierne uno corto o uno lungo dobbiamo tener in conto due fattori:
condizioni del tempo e percorso da svolgere.

Logicamente, se prevediamo condizioni metereologiche sfavorevoli e basse temperature saremo più favoriti nella scelta dei pantaloni lunghi. Nelle quote più basse e con temperatura medio-alta la nostra scelta andrà sui pantaloncini corti.

Se è difficile prevedere tutto ciò, la scelta andrà maggiormente sui pantaloni lunghi grazie al loro maggior impiego.
Infine, il percorso. Se il percorso sarà sterrato, sono consigliati i pantaloni corti, se sono previste tratte con sterpaglie e rami dobbiamo proteggere le nostre gambe, quindi opteremo per quelli lunghi.

Non fare questo errore

Probabilmente avrete pensato di indossare un pantaloncino da running per la massima comodità, leggerezza o magari la maggiore libertà di movimento.
Beh…non fare questo errore.
Nonostante la loro poca traspirabilità, i pantaloncini da trekking sono molto più efficaci per proteggere le gambe dalle abrasioni e dai graffi che possono causare i rami durante l’attività di trekking.

Inoltre, danno più spazio se avete bisogno di portare con voi oggetti, solitamente hanno un cinturino per riporre vari attrezzi come un coltello svizzero, proteggono meglio dal freddo notturno e dai raggi ultravioletti quando il sole comincia a battere forte.
I pantaloncini da running non sono quindi un buon sostituto se dovete andare a fare trekking o escursionismo.

pantaloncini trekking estivi

Come scegliere un pantaloncino da trekking per l’estate

Per la miglior scelta adatta alle vostre esigenze bisogna considerare pochi criteri, ma una volta che avete tutte le informazioni potrete acquistare il prodotto giusto. Vediamo i criteri con ordine:

  • materiale: è importante prendere in considerazione il materiale di fattura dei pantaloncini da trekking. Il tessuto più noto è lo softshell che garantisce isolamento termico e maggior protezione contro i raggi UV grazie uno strato intermedio tra la pelle e lo strato esterno del pantalone.
  • comfort: chi non penserebbe alla comodità per un viaggio di molte ore o addirittura giorni. L’unico modo per testare la comodità è provarli su se stessi, capire la loro elasticità, se sono presenti tasche comode per gli oggetti e se la vita è ben regolata.
  • idrorepellenza: se prevediamo piogge, la nostra scelta opterà per pantaloni idrorepellenti. Sono perfetti per far scorrere l’acqua sul pantalone e non farvi bagnare le gambe

I più scelti dalle donne

I Preferiti dagli uomini

In Conclusione

Siamo arrivati alla fine dell’articolo, ora sapete come scegliere un pantaloncino da trekking estivo con elastico e avete informazioni importanti per decidere in base alle vostre esigenze.
Secondo la destinazione, al clima e all’attività che vuoi fare, è sempre opportuno prevenire e capire quali pantaloncini possono esservi utili ma soprattutto comodi per il viaggio.

Ci teniamo particolarmente a ribadire di fare attenzione al valore UPF, come citato in una sezione precedente, perché se avete una pelle sensibile o molto chiara può comportare diverse conseguenze spiacevoli alla pelle dopo una giornata magari sotto al sole.