Miglior Smartphone di fascia bassa – quale? ecco i più economici ma buoni

Uno smartphone non deve sempre essere un supercomputer tascabile. Per molti sono sufficienti solidi telefoni entry-level con caratteristiche di base come una buona fotocamera, prestazioni decenti, batteria potente (che duri una giornata intera) e maneggevolezza. Il tutto con un design discreto e la massima qualità possibile nei materiali che lo compongono.

Se siete alla ricerca del miglior smartphone di fascia bassa, quindi economico, senza contratto e con una fotocamera decente che offrano un convincente rapporto qualità-prezzo, la nostra classifica, dopo ore di test e opinione da parte degli esperti, vi aiuterà in questo.

Abbiamo testato anche questi smartphone compatti, con meno di 6 pollici ma con performance da top di gamma. Se vi va, leggete la guida!

I migliori smartphone di fascia bassa del 2022

Xiaomi Redmi Note 11

Per noi, lo Xiaomi Redmi Note 11 è il miglior smartphone di fascia bassa dell’anno. Mentre la maggior parte dei modelli di questa categoria è dotata “solo” di un display LCD, in questo caso è possibile godere di un vero e proprio display OLED sul tagliaprezzi proveniente dalla Cina. Ciò significa: contrasti ricchi, nitidezza e colori freschi.

Inoltre, lo Xiaomi Redmi Note 11 dimostra che gli smartphone economici non devono automaticamente essere goffi bestioni di plastica. Grazie al processore Snapdragon 660 di Qualcomm, il dispositivo raggiunge una velocità decente e funziona in modo estremamente efficiente. A ciò si aggiunge una RAM di 6 GB.

Siete alla ricerca di uno smartphone che non si esaurisca ogni poche ore? Allora il Redmi Note 11 è fatto per voi. La batteria ha una capacità di 5000 mAh e garantisce quindi un’autonomia di uno o due giorni, a seconda della frequenza di utilizzo del dispositivo. Anche i tempi di ricarica sono eccellenti, in quanto la batteria si ricarica completamente in meno di un’ora e mezza.

Xiaomi Redmi Note 9

Il Redmi Note 9 di Xiaomi vanta una batteria di lunga durata e un display HD da 6,53 pollici. La batteria convince con 5020 mAh, un tempo di ricarica rapida di 65 minuti e una lunga durata: il Note 9 riesce a raggiungere le 16 ore nel test della batteria ad alte prestazioni.

Esternamente, questo smartphone di fascia bassa fa un’ottima impressione con il suo involucro in Gorilla Glass opaco e lucido, disponibile nei colori grigio, turchese o bianco. Si rende utile anche per chi non può far a meno di giocare sul telefono, dato che il processore dinamico octa-core garantisce prestazioni impeccabili anche durante i giochi intensivi o lo streaming. Lo storage interno e la RAM sono disponibili sul Redmi Note 9 nelle versioni da 64 GB di ROM + 3 GB di RAM e da 128 GB di ROM + 4 GB di RAM.

Dal punto di vista della fotocamera, il Redmi Note 9 offre tutto ciò che ci si aspetta da un telefono entry-level. L’obiettivo principale da 48 MP, l’obiettivo macro da 5 MP e le modalità ritratto e selfie garantiscono scatti di alta qualità. Insomma, anche per chi ci tiene a un profilo instagram curato, questo smartphone fa delle buone figure!

Samsung Galaxy A13

Non è un segreto che Samsung non sviluppi solo telefoni di classe superiore, ma anche smartphone di prima classe per utenti che hanno un budget limitato. Con il Galaxy A13, il marchio sudcoreano presenta un altro modello d’occasione molto solido e, come i suoi predecessori, questo convince soprattutto per la sua resistenza. La batteria da 5000 mAh dura solitamente più di un giorno, performando bene anche con gli utenti più incalliti.

Tuttavia, il Galaxy A13 si guadagna questo posto in classifica anche grazie al suo display. Lo schermo TFT ha una risoluzione Full HD+ e offre quindi un’immagine nitida. Inoltre, la Quad Cam sul retro offre un sistema di lenti decente con cui è possibile scattare ottime foto in condizioni di buona illuminazione. Il sensore principale da 50 MP fa un’impressione particolarmente buona.

Anche la CPU è nel complesso affidabile. Samsung utilizza il proprio Exynos 850, un accettabile chip a otto core con una velocità di clock massima di 2 GHz. Non è sufficiente per i giochi in mobilità, ma il processore è perfetto per le applicazioni di messaggistica e social media.

Iphone SE 2

L’iPhone SE 2 cappeggia la fascia entry-level di Apple ed è uno dei migliori telefoni fino a 4,7 pollici. L’SE 2 è dotato del chip superveloce A13 Bionic, che ha prestazioni mozzafiato già viste nell’iPhone 11.

Ha anche il famoso tasto Home con Touch ID, la ricarica wireless, la resistenza all’acqua, un peso piuma di 148 grammi e una memoria interna da 64 GB o 128 GB. I colori disponibili sono nero, bianco e rosso.

Le foto vengono scattate con una fotocamera singola da 12 MP e una fotocamera frontale da 7 MP. È possibile registrare video in 4K tenendo premuto il pulsante della fotocamera. L’esposizione multipla HDR regola automaticamente la luminosità. La batteria è nella media con 1821 mAh e dura circa sette ore di uso intensivo, certo a questo prezzo non delle migliori.

Samsung Galaxy A41

Se state cercando un solido smartphone economico, vi consigliamo il Galaxy A41 del gigante tecnologico Samsung. Il modello economico è dotato di un modernissimo schermo Super AMOLED da 6,1 pollici che non solo offre un ottimo contrasto, ma anche una brillante nitidezza grazie alla risoluzione Full HD+.

Inoltre, il Galaxy A41 è dotato di una tripla fotocamera sorprendentemente forte. Nonostante la mancanza di uno stabilizzatore d’immagine, il sensore principale da 48 MP scatta foto dettagliate e, nel complesso, soddisfa le esigenze più elevate.

L’obiettivo grandangolare rivela i punti deboli solo nell’oscurità e nei primi piani. Per ottenere foto con zoom di alta qualità sarebbe stato necessario un teleobiettivo, che però non è facile da trovare in questo segmento di prezzo. Il Galaxy A41 ha invece un obiettivo ultra-grandangolare da 8 MP con un angolo di 123 gradi e un sensore di profondità da 5 MP.

Non ci sono altre lamentele sulla dotazione dello smartphone entry-level. Il chipset MT6768 Helio P65 a otto core di MediaTek garantisce una velocità di lavoro ragionevole; sono presenti anche funzioni come il sensore di impronte digitali, l’NFC e lo slot per una scheda microSD.

Quanto costa uno smartphone di fascia bassa

  • Da € 70 a 250

Chi si avvicina per la prima volta al mondo degli smartphone, spesso cerca prima di tutto il segmento economico. Questi telefoni vi permettono di familiarizzare con tutte le funzioni offerte e di scoprire quali sono particolarmente importanti per voi. Volete una fotocamera molto buona? Apprezzate uno schermo ad alta risoluzione? Oppure per voi non è importante nulla di tutto ciò e cercate solo un compagno affidabile con cui essere raggiungibili e che occasionalmente vada online? Tutto questo ha un impatto sul prezzo dello smartphone entry-level.

Confrontando nei diversi test, ecco che tipo di smartphone vi aggiudicherete in base al prezzo da pagare:

  • Da 70 a 100 €: Se volete solo inviare messaggi, fare telefonate e navigare in Internet e non vi interessano particolari funzioni aggiuntive, vi conviene acquistare un telefono cellulare a basso prezzo per meno di 100 euro. I cosiddetti feature phone sono rappresentati principalmente in questo segmento di prezzo. A rigore, non si tratta di smartphone a tutti gli effetti. Oltre alle consuete opzioni di comunicazione, offrono semplici servizi multimediali per musica e foto. Questi dispositivi sono particolarmente adatti ai bambini e agli anziani.
  • Da 100 a 200 €: Se optate per uno smartphone fino a 200 euro, scattate foto con una fotocamera da almeno 10 MP, che visualizzate su un display LCD. Assicuratevi che i soggetti siano ben illuminati per ottenere scatti nitidi. È necessaria anche una mano molto ferma, perché i telefoni cellulari sotto i 200 euro spesso non sono dotati di stabilizzatore d’immagine. In termini di memoria, di solito vengono forniti almeno 16 GB, ma questo non è molto importanto perchè si possono espandere con una scheda di memoria esterna acquistabile a poco prezzo ovunque. Se si tratta di un dispositivo dual-SIM, tuttavia, spesso si deve decidere se inserire una scheda SD o una seconda scheda SIM.
  • 200 € e oltre: Con gli smartphone a partire da 200 euro, alcuni modelli offrono i vantaggi di un display OLED. Offrono immagini più contrastate e naturali. Allo stesso tempo, consumano meno energia rispetto ai display LCD, quindi la batteria deve essere caricata meno spesso a parità di utilizzo. Anche la ricarica è spesso più rapida rispetto ai telefoni più economici. Le foto e i video sono spesso realizzati a 48 MP, a condizione che si scelga un telefono con fotocamera entry-level. Inoltre, spesso si hanno a disposizione più strumenti per l’editing delle immagini.

Come scegliere uno smartphone economico

A causa della rapida crescita della popolarità degli smartphone negli ultimi anni, sul mercato sono presenti sempre più modelli, che i produttori dotano regolarmente di nuove funzioni. Non è facile tenere traccia di tutti questi elementi, soprattutto per i nuovi arrivati. Diversi criteri aiutano a trovare il giusto smartphone economico. Ecco i più importanti:

  • Risoluzione: Più pixel può mostrare il display di uno smartphone, più nitide sono le immagini visualizzate. Uno schermo di almeno 5-6 pollici è comune per gli smartphone entry-level. In combinazione con almeno 1.280 × 720 pixel, che dovrebbero essere forniti, si ottiene una risoluzione HD. I nuovi arrivati nel mondo degli smartphone che apprezzano una risoluzione di qualità superiore scelgono il Full HD con 1.920 × 1.080 pixel.
  • Capacità di memoria: Molti smartphone entry-level sono dotati di almeno 16 GB di memoria interna, che spesso è sufficiente per iniziare. Se sono disponibili solo 8 GB o meno, si consiglia di utilizzare una scheda di memoria esterna aggiuntiva. Al momento dell’acquisto, prestate attenzione alle dimensioni dello smartphone e alla massima espandibilità della memoria del dispositivo.
  • Sistema operativo: I sistemi operativi più comuni sono iOS e Android. Il sistema operativo iOS è riservato al marchio Apple, famosa per avere un prezzo più elevato sul mercato. I nuovi arrivati nel mondo degli smartphone preferiscono optare per i modelli più economici, che di solito sono dotati di Android. Anche la scelta è molto più ampia con i dispositivi Android e si può scegliere tra diversi marchi.
  • Dual-SIM: Se volete utilizzare il vostro smartphone sia per scopi privati che lavorativi, scegliete un telefono dual-SIM. In questo modo si possono utilizzare 2 numeri di telefono su un unico dispositivo. È importante sapere che con diversi smartphone entry-level è necessario decidere se utilizzare una seconda scheda SIM o una scheda di memoria esterna.

Smartphone di fascia bassa, i consigliati dagli utenti