Lampada solare da giardino – Scopriamo la più potente e come sceglierla

Il sole è vita. Quante volte ci sarà capitato di ascoltare quest’affermazione? Ed è proprio così, il sole non solo rende le nostre giornate più luminose, ma rappresenta anche una fonte di energia di fondamentale importanza. Senza la luce solare ogni forma di essere vivente non avrebbe nutrimento, le stagioni non si alternerebbero, la natura farebbe fatica a sbocciare e noi stessi mancheremmo della sussistenza necessaria per godere pienamente di ogni giorno.

E in aggiunta a questo al giorno d’oggi l’energia solare, insieme alle altre forme di energia rinnovabile, costituisce un serbatoio ad alimentare tanti strumenti e apparecchi utilizzati quotidianamente. Grazie al fotovoltaico possiamo infatti utilizzarla per gestire gli elettrodomestici, per caricare il cellulare o illuminare case, piazze e strade.

Insomma, non si tratta solo di un modo di dire, il sole alimenta davvero la vita di tutti noi.

Lampada solare da esterno, cos’è

Un esempio di apparecchio che può funzionare tramite energia solare è la lampada. Che si tratti di un modello da interni, da giardino o da lettura, la dinamica è sempre la stessa: semplice e soprattutto vantaggiosa. Grazie alla presenza di un pannello fotovoltaico, il dispositivo raccoglie l’energia solare, la trasforma in corrente elettrica e dopodiché in energia luminosa mediante i LED. Un sistema basato su un principio di funzionamento efficiente, che risulta ancora più idoneo agli ambienti pubblici in quanto i pannelli godono di irradiamento costante senza dover essere spostati o assemblati per l’utilizzo.

In questo modo strade, piazze e parchi possono usufruire di un sistema di illuminazione che, oltre a incidere positivamente sul livello di sicurezza offerto, impatta anche meno l’ambiente e consente un maggiore risparmio economico.

Le Migliori lampade solari da esterno potenti del 2022

Benma – La più economica per spazi ristretti 💸


Una lampada da esterni facile da installare, comoda da usare e soprattutto efficiente. Grazie al solido sistema di aggancio e al cavo lungo 16,5 metri può essere disposta a diverse altezze, collocata su pareti, tettoie o ringhiere. Resistente all’acqua, può funzionare tramite interruttore e sensore fino a 50.000 ore di autonomia.

Pro:

  • Lunga autonomia
  • Sensori di movimento
  • Ottimo rapporto qualità prezzo
  • Intensità buona

Contro:

  • Sensori troppo sensibili possono funzionare male

HEPT 418LED – La più potente in commercio ⚡


La duplice modalità di ricarica con pannello fotovoltaico e porta usb consente l’uso della lampada anche con condizioni atmosferiche avverse. Perfetta per l’esterno, può essere collocata a illuminare giardini, l’ingresso delle case o anche gazebo e tavoli all’esterno per poter godere pienamente del giardino nelle sere d’estate. Molto comoda la presenza di 3 diverse modalità di rilevamento: modalità luminosità media, modalità sensore luce scura e modalità di luce di induzione che consente di risparmiare energia e allungare la vita del prodotto.

Pro:

  • Doppia ricarica con porta USB
  • Triplice modalità di rilevamento e accessione
  • Design compatto e resistente

Contro:

  • Copertura sensore limitata

Ekrist – Il set di 2 lampade molto conveniente 💡


Una lampada facile da installare e pratica nell’uso in quanto può essere fissata su diversi supporti a illuminare giardini, terrazze o portoni di ingresso. Come il modello precedente presenta il vantaggio di poter essere regolata in base a tre modalità di luce: con luminosità media, sensore luce fioca e modalità luce a induzione.

Pro:

  • Utilizzo versatile
  • Facile da installare
  • Ottima intensità

Contro:

  • Poca resistenza alle intemperie

KARAEASY – La nostra seconda scelta 👍

Un modello di lampada ideale per illuminare spazi ampi grazie alla possibilità di muovere le tre parti componenti in diverse direzioni utilizzando un solo pannello. Efficienza ripresa anche a livello energetico, trattandosi di un prodotto A+++, e per la scelta di dotare la lampada di sensori e di una copertura impermeabile.

Pro:

  • Pannello ruotante ultra luminoso
  • Impermeabile
  • Sensori di movimento

Contro:

  • Costoso rispetto alla media

Jior – Le lampade da terra per giardino 🏡


Una lampada accattivante per la sua efficienza e versatilità d’uso. Da una parte presenta infatti tre diverse modalità di luminosità, mentre dall’altra il design del corpo smontabile consente di utilizzarla in contesti diversi: come faretto a parete oppure come lampade da terra. Anche in questo caso la presenza di sensori e la classe A+++ sono indice di risparmio energetico.

Pro:

  • Versatilità d’uso
  • Tre modalità di luminosità
  • Impermeabile

Contro:

  • Carica scarsa nei giorni nuvolosi

Lo sapevi che le lampade solari da esterno possono essere ricaricate anche mediante la luce artificiale? Ovviamente la loro potenza di carica dipende da diversi fattori, come il numero di lampadine coinvolte, il loro wattaggio e la distanza dal pannello dalla sorgente di luce.
Nello specifico anche i LED possono caricarli, ma ci vorrà più tempo in quanto le loro onde luminose differiscono maggiormente da quelle del sole.

Come funziona una lampada solare?

Per quanto possa sembrare un meccanismo complicato, come già accennato il sistema di funzionamento alla base dei fari solari da giardino è molto semplice e si basa essenzialmente sulle potenzialità del fotovoltaico.

Un pannello fotovoltaico, ovvero la placchetta nera solitamente posizionata sulla sommità di una lampada da esterno, è costituito da strati multipli di composti chimici e silicio cristallino dotati della capacità di generare sia una carica negativa, sui suddetti strati, che una positiva tra di essi. Grazie a questo funzionamento il pannello assorbe la luce solare, la raccoglie in una batteria ricaricabile e nel momento in cui l’ambiente intorno si rabbuia la restituisce trasformando l’energia elettrica in energia luminosa.

Come caricarla se non c’è sole?

Molti pensano che un pannello fotovoltaico per caricarsi abbia necessariamente bisogno della luce solare, o quanto meno di una buona dose di luce diretta. Questo però non è del tutto vero. Anche in presenza di una giornata poco soleggiata o nuvolosa, il pannello riesce ad assorbire una quantità di luce necessaria a ricaricarsi, sfruttando anche quella assorbita e riflessa dalla terra.

Il discorso invece cambia quando ci si trova di inverno e/o in presenza di neve. In questo caso è importante pulire costantemente il dispositivo e spostarlo per evitare le ombre, dal momento che le ore di luce in questa stagione sono nettamente ridotte.

lampada solare da esterno potente

Come scegliere una lampada solare potente

Prima di procedere con l’acquisto di una lampada solare che sia adeguatamente efficiente, affidabile e potente, è preferibile considerare alcuni aspetti utili a conoscere meglio il prodotto che ci troviamo davanti.
Ecco alcuni esempi:

  • Tipologia. L’aspetto principale da considerare è il tipo di lampada di cui necessitiamo. Ne esistono di diversi modelli, ognuna con specifiche caratteristiche. Quelle da giardino, lampioni e lampade da camminamento di solito presentano una maggiore intensità in quanto servono a migliorare la visibilità e a offrire sicurezza. Mentre quelle da ringhiera o panoramiche hanno una funzione perlopiù decorativa, con una maggiore attenzione al design.
  • Intensità. Anche l’intensità dipende dalla funzione del tipo di lampada, così come dalla potenza della batteria e dalla collocazione della lampada stessa.
  • Kit accessorio. Spesso è più conveniente comprare un set di lampade piuttosto che una singola. Vale sia dal punto di vista economico che dell’istallazione in quanto nei kit vengono forniti anche cavi e trasformatore in modo da poter creare l’impianto secondo le proprie necessità.
  • Batteria. In media una batteria dura 2 anni e il suo prezza aumenta in proporzione all’efficienza offerta. Trattandosi di un elemento centrale per il dispositivo, si consiglia di prediligere una qualità elevata e risparmiare successivamente sui consumi.
  • Sensori. La maggior parte di queste lampade presenza la duplice funzione dell’accensione automatica e dell’interruttore on/off, ma alcune di esse hanno in aggiunta anche sensori cosicché possano accendersi esclusivamente al passaggio delle persone.

Le ultime scelte dei nostri lettori

In Conclusione

Che sia da balcone, da giardino, da camminamento o panoramica, l’illuminazione a energia solare rappresenta un sistema molto vantaggioso per diverse ragioni. Innanzitutto perché le lampade solari rispettano l’ambiente riducendo gli sprechi energetici, perché nonostante il costo di istallazione più elevato incidono poi positivamente sul consumo elettrico e infine perché presentano un funzionamento davvero facile. Bisogna solo fare attenzione alla manutenzione e a collocare le lampade in posizione corretta soprattutto durante l’inverno o nei giorni con maggiore nuvolosità.