Fresatrice verticale – scopri la migliore in questa classifica con recensioni

La lavorazione del legno è un’antica arte che ormai solo in pochi riescono ad eseguire con stile e con passione. Si può trattare sia di lavori artistici o casalinghi che di lavori complessi in ambito edilizio o industriale. Se sei in cerca di una macchina utensile in grado di aiutarti con la lavorazione del legno, la fresatrice verticale fa sicuramente al caso tuo. Oggi, tra le righe di questo articolo, scoprirai la fresatrice verticale in tutto, come funziona e le caratteristiche da prendere in considerazione per una scelta adatta alle vostre esigenze. Prima di imbatterci nella lista, vediamo a cosa serve questo fantastico strumento:

Fresatrice verticale, a cosa serve

La fresatrice verticale è un macchinario adatto alla lavorazione del legno. Possiamo considerare un elemento in legno e modellarlo nella forma desiderata. Utilizza frese e punte per svolgere le modifiche sulla superficie del legno. Al contrario della fresatrice orizzontale, quella verticale è idonea per la creazione di alesature per la correzione dei fori, profilazioni, rifiniture, bordi su tavole di grandi dimensioni e creazione di fori. Solitamente, viene anche utilizzata per smussare gli angoli ed effettuare scanalature a “L” e a “U”. Insomma, avrete davanti un vero e proprio modellatore del legno. Passiamo ora alla selezione delle migliori fresatrici verticali del 2022:

Le Migliori fresatrici verticali del 2022

Bosch 060326C100 – per il fai da te casalingo

Cominciamo col primo prodotto. Questa fresatrice Bosch è molto utile per lavori casalinghi. Si tratta di una macchina da 1400 W con regolazione elettronica. Con l’acquisto della fresatrice, avrete in omaggio un copiatore da 17 mm, 3 pinze, una fresa aggiuntiva di 8 mm, un perno di centraggio e due guide per fresatura. Col suo peso di 3,5 kg, questa macchina Bosch rimane una delle più acquistate con una media valutazioni di 4,7 su 5 stelle. Infatti, è particolarmente apprezzata per la sua robustezza e versatilità.

Bosch 060326A100 – Il modello professionale

Torniamo in casa Bosch. Se avete un budget un pochino più alto, questa fresatrice verticale ha una potenza da 1200 W con velocità modificabile a scelta. In dotazione, potete avere una guida parallela, una fresa da 8 mm, un perno di centraggio e una pinza di serraggio. Anche in questo caso, abbiamo di fronte un articolo 3 kg e mezzo amato per la sua artigianalità, comodità e semplicità d’uso.

Einhell TC-RO – la migliore per qualità prezzo

Einhell, marchio specializzato, ci offre questa fresatrice verticale da 1100 W con massima profondità da 55 mm. Inclusi molti accessori, è una fresatrice con un numero di giri da un range che va dagli 11 mila ai 30 mila al minuto. Peso molto simile ai prodotti precedenti e macchina versatile. Ottimo rapporto qualità-prezzo secondo i consumatori.

KKTECT – l’alternativa potente

Altra fresatrice verticale potente. Si tratta di un macchinario da 30 mila giri al minuto adatto a tagli ad arco e scanalature. È dotato di 15 frese omaggio idonee alla creazioni di diversi fori. Il prodotto è amato dai consumatori di Amazon soprattutto per la robustezza, l’artigianalità e l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Lo sapevi? Il termine fresatrice viene spesso confuso col termine “fresa”. Infatti, impropriamente i nomi vengono scambiati a causa della similitudine. Si tratta di due strumenti differenti ma che lavorano assieme. La fresa è un utensile che viene utilizzato all’interno della fresatrice per effettuare il taglio e può avere diverse forme. A volte, viene anche nominata fresa lesatrice, che è una tipologia di fresatrice adatta alle alesature.

Come funziona una fresatrice verticale?

La fresatrice verticale è uno degli strumenti più utilizzati per lo scopo. Ma come funziona? Questo tipo di fresatrice è dotata di un utensile da taglio multipunto chiamato fresa collegato a una testa che può ruotare o muoversi in qualsiasi direzione mentre è fissata, in modo da effettuare una lavorazione precisa e dritta. Perpendicolare al pezzo di legno da modellare, è presente un mandrino verticale che permette tutte queste operazioni: serrare e trascinare in rotazione. La macchina è costituita da vari pezzi che andremo ora ad analizzare brevemente:

  • Base: la base è la parte inferiore della macchina, utilizzata per sostenerla. Contiene inoltre del liquido di raffreddamento al suo interno.
  • Colonna: la colonna è montata sulla parte superiore della base, e questa viene utilizzata per sostenere il cosiddetto “ginocchio” mediante l’aiuto di guide. Sulla parte superiore si trova invece “l’ariete”.
  • Sella: si trova nella parte anteriore della colonna. Serve per trasportare il tavolo nella zona di lavoro.
  • Ginocchio: Il ginocchio è presente nella parte inferiore della sella ed è utile a sostenere il lettino e regolare la sua posizione in base all’operazione.
  • Tavolo: Il tavolo viene utilizzato per effettuare il movimento longitudinale.
  • Ariete: situato sulla parte superiore della colonna, può fare un angolo al momento del taglio.
  • Testa: serve per tenere saldo il portautensile su cui è fissata la fresa.
  • Mandrino: si trova nella testata e serve per effettuare la rotazione con l’ausilio dei motori presenti nella colonna.

Come usare una fresatrice verticale per legno?

Ora che sai come funziona una fresatrice verticale, ti starai chiedendo come utilizzarla. È molto semplice. Vediamo i passaggi da eseguire per modellare il vostro pezzo di legno:
Innanzitutto, dovrà essere smontata. Quindi scollega il cavo di alimentazione per evitare rischi di scosse e gira poi la fresatrice sottosopra. Ora, premi il pulsante di blocco alberino mentre allenti il dado della ghiera con una chiave inglese.

Ne basta una anche di piccole-medie dimensioni. Posiziona la punta per tre quarti all’interno della ghiera e tieni premuto il pulsante di blocco albertino mentre stringi saldamente il dado della ghiera.
A questo punto avete fissato la punta per effettuare il taglio.

Si passa poi alla regolazione della profondità, assicurati che la piccola asta all’interno del calibro di profondità si estenda di circa 3 mm, ruota la torretta in modo che il suo punto superiore scatti in posizione proprio al di sotto del calibro di profondità e allenta la manopola per rilasciare il calibro sulla torretta di arresto. Allenta la leva di bloccaggio e spingi l’utensile verso il basso, fino a quando la punta della fresatrice non tocca il pezzo di legno. Adesso, serra la leva e solleva il calibro stringendo la manopola.

Ora puoi alimentare la macchina con la corrente e tirare il grilletto per accenderla. Serra la leva di bloccaggio e muovi la fresatrice nella direzione desiderata per effettuare il taglio.
Per quanto riguarda la velocità del taglio, è necessario sempre consultare il manuale di istruzioni che troverete nella scatola.

Quanto costa una fresatrice verticale?

Il costo di una fresatrice verticale può variare in base al modello. I prezzi che potete trovare online o all’interno dei negozi specializzati dipendono anche dall’aggiunta di accessori o se la macchina è più di livello industriale. Per esempio, possiamo trovare delle fresatrici verticali con visualizzatore digitale di grandi dimensioni con un prezzo che oscilla tra i 18 mila euro e i 23 mila euro. Chiaramente sono macchine industriali, per quanto riguarda i prodotti da utilizzare in giardino o in un vostro ufficio adatto a questo tipo di lavorazioni, i prezzi vanno anche sotto i 100 euro.

Il costo esatto non esiste purtroppo, dipende dalle esigenze. Ma se vuoi un range di fascia media e allo stesso tempo di qualità, puoi andare tra i 70 euro e i 200 euro.

fresatrice verticale per legno

Come scegliere una fresatrice verticale

  • Tra i vari modelli nel mercato, scegliere una fresatrice verticale adatta alle nostre esigenze è difficile. Infatti, molte persone tendono sempre a rimandare l’acquisto a causa del forte dubbio. Per questo vogliamo darti la possibilità di facilitare la tua scelta in modo da non rimanere deluso nel post-acquisto. Di seguito, troverai i criteri che dovresti prendere in considerazione per una fresatrice adatta ai tuoi lavori di falegnameria
  • frequenza di utilizzo: la fresatrice non viene utilizzata tutti i giorni, ammenochè non lo facciate proprio come mestiere. In questo caso, avete bisogno di una fresatrice resistente e duratura, con molti ricambi di punte e abbastanza costosa. Più il prezzo aumenta, più la qualità si alza.
  • budget: parlando sempre di prezzo, il macchinario è delicato sotto questo punto di vista e non è possibile acquistarlo ad occhi chiusi come fareste con altri oggetti quotidiani. Stimate un budget e confrontate i vari modelli.
  • potenza: la potenza dipende dalla tipologia di lavoro che si deve andare a eseguire. Per lavori semplici di rifinitura puoi anche andare sotto i 1000 W; per solchi si può superare questo valore, a patto che non vada sopra i 1200 W, valore adatto a grosse lavorazioni come per esempio l’incastro.
  • accessori: qualche volta, i produttori dotano le fresatrici di un supporto supplementare o un anello di copiatura.

Altre fresatrici verticali per legno consigliate

In Conclusione

Siamo giunti alla conclusione della guida. All’interno, avete scoperto molti dettagli riguardo la fresatrice verticale. Una macchina utensile molto utile per la lavorazione del legno, che accompagna i falegnami o gli appassionati per la modellazione delle tavole. Con questa guida, riuscirete anche in pochi minuti ad imparare a utilizzarla. In questo modo, una volta acquistata, riuscirete a lavorare già dal primo giorno. Se siete ancora indecisi su quale prodotto acquistare, vi consigliamo di tenere a mente la nostra selezione delle migliori fresatrici del 2022.