Dentifricio solido in pastiglie – quali sono i benefici e come si usa

Uno dei temi più trattati negli ultimi anni è quello della sostenibilità ambientale: siamo sempre alla ricerca di prodotti che non siano dannosi per l’ambiente, che producano meno rifiuti possibili e contengano ingredienti naturali. Sapevate che il classico dentifricio è alquanto dannoso per l’ambiente? Partendo dal doppio packaging (scatola e tubetto) che produce più rifiuti di quelli necessari, e finendo inevitabilmente nell’indifferenziata senza pensarci due volte. Inoltre, molto spesso viene sprecato, non riuscendo a utilizzare tutto quello realmente presente nella confezione. Gli ingredienti inoltre, sono spesso di bassa qualità, o derivanti dal petrolio, oppure totalmente inutili, come i coloranti. Andiamo quindi a scoprire di più sul dentifricio solido, ottima alternativa a quello che siete abituati ad usare.

dentifricio solido, cos’è

Il dentifricio solido in pastiglie si presenta spesso in contenitori di vetro o plastica riciclata, che presenta tutte le sostanze necessarie per la pulizia dei denti compresse dentro le singole pillole. Viene è ovviamente realizzato con ingredienti naturali e componenti a base vegetale che sono stati testati in studi clinici e hanno mostrato buoni risultati sia nella pulizia che nella protezione dei denti. Ne esistono varie tipologie ora in commercio, e risulta essere una delle alternative più sostenibili e innovative al dentifricio in tubetto, dando risultati ottimali. Andiamo quindi a vedere quelli che abbiamo selezionato e che sono i migliori secondo il nostro parere.

Abbiamo recensito anche gli adesivi per dentiere e il Kit per sbiancamento dei denti, scopri la nostra guida!

I Migliori dentifrici solidi del 2022

Dentifricio Soldi SuperBee

Questo dentifricio in pillole non presenta olio di palma, fluoro e viene prodotto con ingredienti naturali, presentando una formula vegana. Risulta facilissimo da utilizzare, basterà mettere una pastiglia e masticarla leggermente, per passare poi all’utilizzo dello spazzolino come da abitudine. Grazie alla lattina in cui viene conservato, non presenta plastica, e l’imballaggio si puo sicuramente riutilizzare una volta terminato il prodotto. Contiene 100 pastiglie, rendendolo conveniente. Un buonissimo prodotto da dove partire se siete nuovi nel mondo dei dentifrici solidi!

Dentifricio solido HappyTabs

Queste pastiglie di dentifricio sono naturali, vegane e adatte anche a chi viaggia spesso, grazie alla pratica confezione in vetro (ottima da riutilizzare). Tutti gli ingredienti sono vegetali e di derivazione naturale di alta qualità, per aiutare a combattere la carie e la placca dentale. Comode e facili da usare, vi basterà masticare la pastiglia tra i denti e procedere poi con lo spazzolino bagnato, per formare la schiuma che vi permetterà di lavarli come al solito. La profumazione è alla menta, per lasciare un alito pulito e fresco.

Dentifricio solido Georganics

Queste pastiglie di dentifricio sono fatte con ingredienti e aromi naturali, prive di ingredienti sintetici e coloranti, creando una formula efficiente per pulire i denti, grazie a crema di tartaro e argilla di caolino. Georganics non utilizza SLS e non testa sugli animali, utilizzando ingredienti alimentari certificati e naturali. Inoltre, presenta 6 diversi sapori tra cui scegliere: menta piperita, arancia, carbone attivo, eucalipto, tea tree o menta. Ottima anche la confezione compostabile, che rappresenta l’idea dell’azienda, prevedendo la riduzione dell’impatto ambientale.

Dentifricio solido Officina Naturae

Senza plastica, a prova di bagaglio a mano e completamente naturale, garantendo i risultati di un classico dentifricio. L’utilizzo è davvero semplice, e vi lascerà un gusto di menta dopo l’utilizzo. Il flacone è in vetro, mentre il tappo è in alluminio senza alcuna guarnizione in plastica, completamente riciclabile, evitando di produrre inutili rifiuti. Inoltre, la confezione contiene 115 compresse, che equivalgono a 2 tubetti di dentifricio classico: un bel risparmio. Procedete masticando lievemente la singola pastiglia, spazzolando i denti con lo spazzolino umido, fino alla formazione della schiuma: il risultato sarà uguale a quello che ottenete con il vostro dentifricio in tubetto!

Ti potrebbe anche interessare questa guida sui cuscini termici..

Lo sapevi che il dentifricio solido non si presenta solamente in forma di pillole? Esistono varie tipologie infatti, come in polvere, in crema, o su bastoncino, anch’esse eco-friendly e create con formula naturale. Potete quindi sperimentare e capire quale fa più al caso vostro, ma non c’è scusa per non provarlo!

Come si usa il dentifricio in pastiglie?

Utilizzare il dentifricio in pastiglie è veramente semplice: mettete una pastiglia in bocca e iniziate a masticarla, questa creerà una specie di pasta che permetterà di lavarvi i denti. Cercate di distribuirla sui denti con l’aiuto della lingua, per raggiungerli tutti. Dopodiché, passate all’uso dello spazzolino, leggermente bagnato e procedete spazzolando come al solito. Finite risciacquando la bocca da possibili residui.

Quali sono i benefici?

I benefici del dentifricio in pastiglie sono molteplici, partendo dal fatto che viene creato con ingredienti naturali e di qualita, sicuramente migliori di quelli presenti nei dentifrici commerciali in tubetto. Oltre a questo, il loro packaging è eco sostenibile, presentandosi in latta o in vetro, facilmente riutilizzabile o riciclabile. Anche il prodotto in sé non genera rifiuti, dato che le pastiglie sono monodose e una risulta perfetta per lavarsi i denti. Infine, anche portarlo in viaggio sarà più semplice: potrete metterlo nel bagaglio a mano senza nessun problema non contenendo liquidi!

E’ essenziale che contengano Flururo

La maggior parte dei dentifrici in pastiglie non contengono fluoruro, anche se alcuni brand si stanno impegnando per inserirlo. Solitamente, questo ingrediente viene consigliato, in quando previene le carie e rinforza lo smalto. Sicuramente questo componente è importante e aiuta a mantenere i vostri denti sani e luminosi: se il vostro dentista vi ha consigliato di utilizzarne uno che lo contiene, seguite il suo consiglio. Potete utilizzare il dentifricio in pastiglie occasionalmente o abbinato a quello che contiene fluoruro, per ammortizzare la produzione di rifiuti legata a esso.
Siamo sicuri che negli anni i produttori di dentifricio in pastiglie si attiveranno per inserirlo in questi prodotti, in modo da renderlo accessibile anche a chi preferisce un dentifricio con questa componente.

dentifricio solido in pastiglie

Come scegliere il dentifricio solido

Ci sono alcuni criteri che dovreste considerare prima dell’acquisto del dentifricio solido. Eccoli elencati di seguente:

  • quantità: scegliete una confezione più grande se intendete utilizzarlo per tutta la famiglia, o anche solo per voi, ma preferite acquistarlo più raramente: esistono confezioni fino a 150 pastiglie, che vi dureranno circa 3 mesi
  • ingredienti: i dentifrici solidi contengono perlopiù ingredienti naturali e ottimi per la salute dei vostri denti – non ci sarà pericolo di trovare ingredienti chimici, dannosi per la salute o inutili coloranti. Se contiene carbone attivo avrà un’ulteriore azione sbiancante, mentre se presenta crema di tartaro aiuterà a rimuovere macchie o placca dentale. Ottima anche la presenza di argilla di caolino
  • profumazione: alcuni brand producono vari dentifrici solidi con profumazioni diverse, come menta, menta piperita, arancia, limone o eucalipto. Avrete l’imbarazzo della scelta e potrete scegliere quello che preferite
  • tipologia: sebbene in questo articolo abbiamo parlato principalmente dei dentifrici solidi in pastiglia, volevamo anche menzionare quelli che non presentano questa forma, ma che potrebbero interessarvi, e potreste preferire. Questo prodotto infatti può presentarsi anche sotto forma di crema, più simile a quello a cui siete abituati: preferitelo se avete paura della transizione da un prodotto all’altro, in quanto vi ricorderà quello in tubetto. Esiste anche il dentifricio solido in polvere, che potrebbe risultare leggermente più scomodo, in quanto la polvere va prelevata con lo spazzolino inumidito per passare poi al lavaggio dei denti: dovrete quindi dosare voi la quantità e capire quanto ve ne serve. Infine, in commercio è presente anche la versione su bastoncino, che è appunto solidificato e posto su un bastoncino di legno. Utilissimo per i viaggi, ma, se non conservato bene, potrebbe essere a rischio contaminazioni facilmente
  • presenza di fluoruro: se preferite che questo ingrediente sia presente, controllate nella lista degli ingredienti che lo contenga – non tutti lo presentano, per cui controllate per esserne certi.

Gli ultimi dentifrici solidi consigliati dai dentisti

In Conclusione

Non avete più scuse per finire il vostro dentifricio in tubetto e passare a quello solido: ne tratterete benefici sia in termini di salute, che di risparmio. Infatti, questi dentifrici sono molto più convenienti di quelli classici: sebbene la confezione vi potrà sembrare più costosa di quello che acquistate solitamente, vi durerà più a lungo grazie al dosaggio delle singole pastiglie.

Il suo utilizzo è davvero facile e non ha nulla da invidiare a quelli tradizionali: rimarrete sorpresi da quanto sia comodo da utilizzare, conservare e portare ovunque! Il passaggio verso questo prodotto eco-friendly, cioè ecologico, vi permetterà di fare del bene all’ambiente, producendo meno rifiuti ed evitando inutili sprechi. Potete trovare tutte le informazioni che fanno al caso vostro nell’articolo per procedere all’acquisto più mirato a voi!