Correttore posturale per spalle e schiena – funziona davvero? scopriamolo

Si stima che gli italiani trascorrono circa 5 ore al giorno seduti davanti allo schermo di un computer o di un televisore. I motivi sono svariati: per lavoro, studio oppure intrattenimento. Un’abitudine che, se non ben gestita può provocare problemi di salute quali mal di testa, disturbi alla vista e dolore alla schiena.

In particolare quest’ultimo è un disturbo che interessa davvero tante persone di età diversa. A volte si pensa che riguardi solo i più anziani, che magari hanno trascorso tanti anni svolgendo attività fisicamente pesanti, invece non è così. I problemi alla schiena, leggeri o gravi che siano, sono determinati dal compiere movimenti sbagliati ma anche da cause alle quali facciamo meno caso nella quotidianità, come ad esempio una postura sbagliata quando si è seduti.

Proprio per aiutare le persone a prendersi cura di se stessi, sono disponibili sul mercato correttori posturali adatti tanto alle spalle quanto alla schiena, utilizzabili con semplicità dietro il consulto di un medico.

Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Correttore posturale spalle, cos’è

Il correttore postulare per spalle e schiena è un accessorio utile e innovativo finalizzato ad aiutare tutte le persone che soffrono di dolori nella zona delle spalle e lungo la colonna vertebrale.
Dal punto di vista visivo, il suo aspetto è molto simile a quello di un busto posteriore sopportato da alcune fasce elastiche e che può essere indossato con delle sorta di bretelle al fine di raddrizzare le spalle e sostenere la schiena, soprattutto quando si trascorre molto tempo seduti.

Ne esistono diverse tipologie, che possono adattarsi alle esigenze delle persone così come alla problematica dalla quale sono affette. In generale i modelli attualmente disponibili differiscono in base ai materiali impiegati per realizzarli, alla grandezza delle fasce e al sistema di allaccio impiegato. Tutti e tre i fattori citati sono particolarmente rilevanti e devono essere considerati con attenzione, insieme alle dimensioni del correttore, in modo da consentire all’accessorio di svolgere al meglio la funzione specifica per cui è stato progettato.

Detto questo, scopriamo quali sono i modelli di correttore posturale per spalle e schiena valutati come i migliori del 2022.

I Migliori correttori posturali spalle e schiena del 2022

Il migliore per qualità prezzo 🏆

Registrato come dispositivo medico CE di classe 1, questo correttore presenta una particolare efficacia dovuta a un doppio sistema di fasce morbide e rigide che riesce a dare particolare sostegno sia alle spalle che alla schiena senza risultare eccessivamente elastiche. Altri punti degni di nota sono i tessuti Skin-Friendly utilizzati e la presenza di un e-book con un percorso di ginnastica posturale.

Pro:
Prodotto certificato
Materiali anallergici e resistenti
E-book compreso nel prezzo
Utilizzo universale

Contro:
Se utilizzata a lungo diminuisce il livello di comfort offerto

ANOOPSYCHE – La seconda scelta degli utenti 👍

Ancora un modello di correttore classe 1, che unisce i benefici dello strumento medico a un’estetica gradevole che lo rende facile da indossare in qualsiasi circostanza. Anche in questo caso si tratta di un correttore universale, adatto tanto a donne e uomini quanto ad adolescenti per una lunghezza torace massima tra 70 e 110 cm. Può essere indossato comodamente da soli e presenta cuscinetti sulle spalle per ridurre il rischio di usura e aumentare il comfort.

Pro:
Prodotto certificato
Cuscinetti anti usura sulle spalle
Materiali anallergici e resistenti
Utilizzo universale
Rapporto qualità prezzo

Contro:
Misura standard proposta troppo piccola

Il Correttore di postura più universale 😮


Una fascia adatta a uomini e donne che può essere usata con facilità durante tutto l’arco della giornata per svolgere diverse attività in movimento oppure seduti per mantenere una postura corretta ed evitare dolori alla schiena e alle spalle. Leggera e resistente, è realizzata in materiali traspiranti e anallergici come poliestere, nylon e PVC.

Pro:
Materiali resistenti, anallergici e traspiranti
Utilizzo universale
Leggero

Contro:
Non particolarmente confortevole soprattutto nell’area delle braccia

Tech Therapeutics – Il correttore di posturale visto in tv 👌

Questo modello di correttore si distingue dagli altri soprattutto per la presenza di magnetoterapia, ovvero magneti posizionati all’interno della struttura che servono a migliorare la circolazione sanguigna, sostenere la schiena per una postura corretta e ridurre i dolori.
A questo va ad aggiungersi la qualità dei materiali impiegati e la flessibilità della struttura che, seppur realizzata per uomini si adatta a diverse costituzioni.

Pro:
Presenza terapia magnetica
E-book compreso nel prezzo
Ottimo rapporto qualità prezzo

Contro:
Troppo stretto all’altezza delle braccia

Lo sapevi che la maggior parte dei correttori posturali spalle schiena sono universali? Ciò non solo vuol dire che possono essere utilizzati da uomini e donne senza alcuna distinzione, ma anche che grazie alla presenza di fasce regolabili, si adattano con facilità a fisici differenti in modo da aderire al corpo di chi li indossa e svolgere al meglio il proprio compito offrendo anche il massimo comfort.

Aspetta! Abbiamo delle recensioni su questi cuscini che possono aiutare con la cervicale

Come si usa un correttore posturale per spalle?

Per quanto i diversi modelli vengano indossati generalmente allo stesso modo, alcune differenze dipendono dalle finalità per cui si ricorre a questo accessorio, che determinano anche delle variazioni dal punto di vista strutturale e, quindi, estetico. Ad esempio, può essere un semplice mal di schiena causato dall’aver assunto a lungo una postura sbagliata, problemi alle spalle oppure la necessità di dover correggere una cifosi.

In base a questo, vediamo che alcuni correttori specifici per le spalle vengono utilizzati come delle bretelle che coprono solo la parte alta della schiena, disponibili anche sottoforma di reggiseni posturali per le donne, oppure possono essere indossati come vere e proprie maglie in tessuto elastico e fasce collocate nella parte bassa della schiena, o ancora cinture lombari ideate appositamente per questa parte della schiena.

In ogni caso si tratta di accessori molto pratici da indossare e rimuovere.

Quanto tempo bisogna usare il correttore di postura?

Dipende, ed è bene specificare che l’uso di un correttore posturale spalle e schiena deve essere sempre concordato con uno specialista in grado di capire quale tipologia di accessorio è adatto a risolvere un determinato problema.

Nello specifico delle tempistiche, quando si tratta di dolori lievi dovuti al dover trascorrere troppo tempo davanti al computer, il correttore di postura può essere utilizzato temporaneamente proprio quando si è seduti in modo da dare sostegno alla schiena; se invece è legato a una problematica più seria, come cifosi o strappi, allora è bene prolungarne l’uso fino alla guarigione.

Solitamente si parte da utilizzarla pochi minuti al giorno, ad esempio tra i 10 e i 20 minuti, per integrare un po’ alla volte fino a raggiungere 1-2 ore al giorno per circa 20 giorni. Dopodiché è preferibile effettuare un controllo medico nel caso in cui fastidio o dolore dovessero persistere.

I correttori posturali per spalle funzionano davvero?

Partiamo col dire che il risultato ottenibile mediante l’uso di un correttore posturale è molto simile ai benefici prodotti da un busto. In questo caso, però, c’è anche il vantaggio di non dover indossare uno strumento rigido che ostacola o impedisce i movimenti, mentre dal punto di vista funzionale i vantaggi sono gli stessi e anche un correttore mobile è in grado di agire in tempi contenuti.

Tutto questo però dipende anche dalla nostra forza di volontà, riflessa nel fatto di indossarlo con costanza e nel modo giusto. Inoltre, per aumentare ancora di più l’efficacia di questo accessorio, è consigliabile accompagnarlo allo svolgimento di ginnastica posturale che faccia lavorare correttamente le fasce muscolari della schiena.

correttore posturale spalle e schiena

Come scegliere il correttore posturale per spalle e schiena

Se sei arrivato al punto di dover scegliere il correttore posturale spalle e schiena da utilizzare, eccoti una sintesi dei fattori da valutare attentamente per assicurarti di acquistare il prodotto ideale per le tue esigenze.

  • Modello. Come accennato, esistono modelli che lavorano solo sulla parte superiore della schiena, e che possono essere indossati come top, altri invece sono delle sorte di fasce da applicare ad altezza lombare, mentre altri ancora fungono da magliette e lavorano in contemporanea su spalle, addome e schiena.
  • Materiali. È importante che siano morbidi, duraturi e traspiranti, come ad esempio poliestere e nylon. Inoltre non devono essere irritanti per la pelle e presentare cuciture precise e resistenti.
  • Accessori extra. Un ottimo accessorio extra che può essere fornito con l’acquisto del prodotto è un corso – erogato sottoforma di libro o video – che insegna a utilizzarlo nel modo giusto, oltre a suggerire esercizi da svolgere per alleviare ulteriormente il dolore sentito.

Gli ultimi correttori spalle e schiena consigliati dagli utenti

In Conclusione

Se ti stai domandando se ne vale davvero la pena comprarne uno, la risposta è SI, perché il correttore posturale per spalle e schiena funziona davvero e può aiutare chi soffre di problemi alla schiena ad alleviare il dolore anche assumendo una posizione corretta. Ne esistono diversi modelli sul mercato, molti caratterizzati da una vestibilità universale grazie alla presenza di fasce regolabili.

Occorre solo consultare uno specialista, decidere insieme quale di essi si adatta maggiormente alle nostre esigenze e prestare attenzione a proseguire con un corretto utilizzo dell’accessorio in modo da risolvere il nostro problema nel più breve tempo possibile.