Migliori borse termiche porta pranzo (e bevande)

Un picnic estivo, non può prescindere dalle bevande fredde e, per mantenerle tali, è necessario trasportarle in un contenitore adatto, una borsa termica porta pranzo. Se state cercando un prodotto di questo tipo, noi di qualevoglio ne abbiamo usati alcuni, tra la scorsa estate e questa.

In questa guida, quindi, troverete una classifica, oltre che consigli e suggerimenti sulla borsa termica porta pranzo. Dopo aver analizzato le valutazioni dei consumatori, abbiamo identificato la PROMIS TL16 come la borsa migliore.

Come funziona una borsa termica?

La borsa termica ha il compito di mantenere la temperatura dei prodotti in essa contenuti, grazie alla tecnologia di isolamento termico che utilizza e strato isolante tra i 4 e i 10 millimetri. Quindi, occhio a non confonderne l’utilizzo con un frigo da campeggio. Se volete che cibi e bevande rimangano freschi più a lungo, utilizzate inserti refrigeranti aggiunti. Viceversa, se il vostro obiettivo è mantenere il pasto caldo, inserite nella borsa ulteriori inserti riscaldanti.

Le migliori borse termiche porta pranzo del 2022

LAIJUHM, borsa termica da 15 lt

Con una dimensione di 31x19x23 cm, questa borsa termica piccola è la compagna giusto per il campeggio o per chi deve andare a lavoro. Il tessuto esterno, infatti, è oxford di qualità 600D, resistente all’acqua e allo sporco. Il suo design, invece, comprende un grosso vano all’interno, dove riporre il cibo o lattine, 2 tasche a rete laterali e una grossa tasca davanti, con cerniera. La tecnologia di isolamento termico vi permette di mantenere le temperature per quasi 6 ore ma, con l’aggiunta di 2 inserti refrigeranti, potrete mantenerle per tutta la giornata. A nostro avviso, è la miglior borsa termica per qualità prezzo del momento.

Lifewit, borsa termica da 30 lt

Di marchio differente, anche se molto simile alla prima borsa recensita, troviamo questo buon prodotto dalle dimensioni di 40.5 x 31 x 26.5 cm, che vi vengono utili a capire lo spazio disponibile a disposizione (30 litri) ma, che da vuoto, vi saranno inutili perché, questa borsa, ha la capacità di essere pieghevole fino ad avere le dimensioni di un libro.

Il tessuto è lo stesso, Oxford 600D, mentre sono presenti 2 tasche laterali a rete, oltre che il contenitore centrale. Sarebbe stata apprezzata una tasca con cerniera, per mettere qualche accessorio separato dal cibo, ma così non è stato. Peccato, ma rimane sempre la miglior borsa termica per famiglie o gruppi di amici.

Lifewit, zaino termico da 26 lt

Uno zaino termico, per portarsi cibo o bevande a lavoro, ma non solo. Anche qui tessuto oxford ad alta densità, con un rivestimento interno formidabile, caratterizzato da lamiera coibentata e schiuma EPE, il tutto in grado di mantenere la temperatura per più di 7 ore. Sono 26 litri di capacità, quindi difficile pensare che non sia abbastanza. Apprezziamo il sistema di borsa termica fatta a zaino, perché è più fattibile portarselo dietro se si intende fare lunghe scarpinate oppure semplicemente dover andare a lavoro prendendo la metro o altri mezzi.

Quali sono i vantaggi di una borsa termica?

Se lasciate le vostre bottiglie ghiacciate in macchina in piena estate o le mettete nello zaino durante un’escursione, dopo poco tempo avrete una bevanda tiepida. A causa della calda temperatura esterna, l’effetto rinfrescante si perde o il cibo va a male. Una buona borsa termica mantiene l’acqua o la bibita a una temperatura gradevole. Lo stesso vale per alimenti come carne, insalate o latticini che devono essere conservati al fresco. Con una borsa isolante, gli alimenti sensibili, come la carne, possono essere trasportati a casa dal centro commerciale o portati al parco per un barbecue senza interrompere la catena del freddo.

Come pulire la borsa termica

Non lavare la borsa termica in lavatrice. Piuttosto, eliminate lo sporco con un panno o una spugna umidi. Se è completamente sporco, è possibile lavarlo delicatamente a mano. Fare attenzione a non danneggiare la struttura del tessuto della borsa, che perderebbe le sue proprietà termoisolanti.
Inoltre, non utilizzate in nessun caso detergenti aggressivi o spugne per la pulizia. Le macchie ostinate possono essere rimosse con una miscela di bicarbonato di sodio e acqua. Dopo averla pulita, lasciatela asciugare e arieggiare per un’intera giornata, in modo da eliminare possibili cattivi odori.

Quale tipologia di borsa termica?

Per prima cosa è necessario scegliere una borsa che mantenga la temperatura o una con un alimentatore che riscaldi o raffreddi. Una volta presa questa decisione, è necessario scegliere tra diversi modelli. Per facilitare il compito, di seguito sono riportate le diverse applicazioni in cui possono essere utilizzate le borse termiche e i consigli su quale scegliere in questa situazione.

Borsa termica per alimenti

Qui sono importanti soprattutto le dimensioni. La borsa in cui verranno conservati il pranzo, i panini, magari il gelato o qualsiasi altro alimento deve essere più larga che alta. Ciò è dovuto al semplice fatto che impilare i pasti l’uno sull’altro può danneggiare quelli che si trovano in fondo. È meglio impilarli uno accanto all’altro.

Borsa termica per bevande

Le borse, o zaini termici, che verranno utilizzati in questa applicazione dovrebbero essere più alti che larghi. La maggior parte delle bottiglie e delle lattine sono proprio così: alte e strette. Naturalmente è possibile impilarli “reclinati”, ma in tal caso sareste i primi ad osare aprire una bottiglia di bibita gassata dopo un viaggio del genere.

Zaino termico per escursionismo

Innanzitutto, una borsa di questo tipo deve avere la forma di uno zaino. È anche possibile trovare modelli che possono essere fissati a uno zaino con cinghie speciali, anche se sono molto, molto rari. Un’ultima opzione è quella di investire in uno zaino termico da utilizzare come zaino principale. È l’ideale per le escursioni giornaliere di poche ore.

Borsa termica per bambini

Molto spesso i bambini vogliono una borsa porta pranzo tutta loro. Vedono come gli adulti le portano, vi tengono le loro cose e anche loro vorrebbero poter riporre il loro “drink” nella borsa. I prodotti pensati per i più piccoli sono soprattutto leggeri e con stampe interessanti, ad esempio il personaggio preferito delle loro fiabe.

Come scegliere una borsa termica porta pranzo

  • Dimensioni: regolate le dimensioni della borsa termica in base alle vostre esigenze. Uno zaino più piccolo conterrà meno cibo e bevande, ma è più facile da trasportare sia a mano che in auto. La borsa termica per alimenti più piccola è di circa 1, 2 litri. La borsa leggermente più grande, da 10 litri o più, contiene già più cibo, ma è comunque molto compatta. È possibile inserirvi con successo un po’ di cibo e qualche bottiglia o lattina. Se siete interessati a una borsa termica di grandi dimensioni, sceglietene una con una capacità di, almeno, 25 litri. Potrete inserire il pranzo per tutta la famiglia e le bevande. Se si confeziona tutto bene in contenitori e lo si distribuisce nella borsa, non si dovrà cercare in nessun negozio di alimentari o cercare un ristorante accogliente durante una gita di un giorno. Una borsa termica da 30 litri vi sarà utile quando andrete a fare la spesa in estate. È possibile utilizzarlo per trasportare latticini, dolci e gelati in un’auto riscaldata senza danneggiare gli alimenti.
  • Materiale: verificate che la borsa che vi interessa sia effettivamente termica. Alcuni produttori confondono i clienti offrendo loro borse in materiale termico anziché borse termiche. Inoltre, a seconda dell’uso che ne farete, assicuratevi che il tessuto esterno sia resistente all’acqua, allo sporco e facile da pulire. In questo modo, la borsa si renderà utile anche per i weekend di campeggio.
  • Ulteriori caratteristiche: tasche, isolate o non, con o senza zip, ganci, ruote (per facilitare il trasporto). Tutti questi sono elementi da controllare, prima dell’acquisto, a seconda delle esigenze che avrete con la borsa termica.

Borse termiche porta pranzo Piccole

Zaini con scomparto termico