Bastoncini da trekking – I benefici, come si usano e quali sono i migliori

Quante volte abbiamo provato a fare lunghe camminate in mezzo alla natura? Anche se abbiamo avuto una sola esperienza, la fatica e la stanchezza a fine giornata si è sentita parecchio.
Tutto ciò accade anche in presenza di strade sterrate, irregolari, con pietre e piccoli fossi che rendono più faticosa la camminata.
Se sei un po’ pratico, avrai capito che stiamo parlando proprio del trekking. Le interminabili, e tanto odiate dai bambini, passeggiate per riscoprire la natura in mezzo a noi.
Ma esistono degli strumenti che ci aiutano a facilitare l’attività fisica del trekking e oggi andremo a parlare proprio di questo, i bastoncini da trekking.

Bastoncini da trekking, Cosa sono

Come hai potuto leggere nel titolo, gli strumenti che ci possono servire e che hanno aiutato tantissimi appassionati di questo sport o di escursionismo, sono i bastoncini da trekking.
Si tratta di bastoncini per montagna, generalmente regolabili in altezza, fatti di un materiale leggero e dotati di alcune particolari caratteristiche che ci danno un enorme vantaggio nella camminata. Vengono sempre utilizzati in coppia tenendo un bastone per mano e si segue l’andamento alternato della camminata.

È molto difficile incontrare persone che ne utilizzano uno soltanto, in quanto sono stati creati appositamente per essere usati in coppia e venduti così in qualsiasi negozio specializzato.

I Migliori Bastoncini da trekking del 2022

Glymnis – I migliori per qualità 👍

Questi bastoni da trekking della marca specializzata Glymnis rimangono sempre un punto di riferimento per tutti gli appassionati di questo sport. Fanno parte della tipologia di bastoni telescopici, che andremo ad approfondire più avanti nella lettura.
I bastoni hanno molti vantaggi funzionali a discapito dei contro. Non a caso, viene recensito con una media di 4,9/5 su Amazon. Ma vediamo ora i pro:
● leggerezza
● adattabilità a tutti i terreni e alle altezze dell’utilizzatore
● stabilità
● comoda impugnatura

L’unico contro che possiamo dare è:
● ammortizzatore, molto utili in terreni insoliti

Passiamo al prossimo.

Glymnis 2 – I Migliori per qualità prezzo 🤩

Sempre della Glymnis, questa coppia di bastoni da trekking si è presa il titolo come “Amazon’s Choice” per la buonissima media voti. Fatta con sezioni di alluminio e impugnatura in tungsteno, la coppia si rende molto utile a detta dei consumatori riscontrando più pro che contro.
Vediamo come mai vengono scelti:
● impugnatura comoda con laccetti regolabili
● smontabili e pieghevoli in modo da portarli sempre via comodamente.
● praticità

Invece, l’unico svantaggio che presenta può essere:
● il prezzo, che denota una qualità inferiore del materiale ma pur sempre accettabile per più camminate all’aperto

Glymnis 3 – I Migliori per impugnatura 🖐️

Ad un prezzo molto simile del prodotto precedente, troviamo questi bastoncini “Amazon’s Choice” con grandi vantaggi e caratteristiche utili a facilitare la nostra camminata. Il materiale è uno dei migliori. La qualità lo rende uno dei prodotti più scelti, in particolare per la maniglie in materiale EVA anti scivolo, anti usura e resistente ad alte intensità.
Quindi, senza dilungarci troppo, riepiloghiamo i pro:
● qualità del materiale
● regolabilità della lunghezza
● sistema di bloccaggio efficace
● 4 tipologie di piedini per terreni diversi

Lo svantaggio più grande riscontrato da consumatori è:
● peso, poco più alto rispetto alla media che fa la differenza nelle camminate molto lunghe

Anykuu – I Bastoncini da trekking più economici 💵

Ma perché andare sempre sulla stessa marca quando ce ne sono di altre? La convenienza Anykuu fa al caso nostro. Ad un prezzo accessibile potete acquistare questi bastoncini da trekking professionali che vi garantiranno considerevole praticità e comodità. Volete sapere che cosa li rende dei grandi aiutanti? Vediamo insieme i pro:
● manico confortevole
● comodità nel trasporto grazie alla sua capacità di piegarsi
● sistema anti-bloccaggio efficace
● materiale leggero e allo stesso tempo resistente

Un difetto riscontrato è:
● regolabilità dell’altezza, non si possono abbassare molto rendendo un pochino più difficile il trekking per una persona di bassa statura

Lo sapevi? Alcuni zaini hanno attacchi per bastoncini da trekking che si aprono e si chiudono completamente, con un piccolo gancio che li tiene chiusi. Se hai questo tipo di attacco, sgancia il gancio per aprirlo, posiziona il bastoncino da trekking in posizione verticale (maniglia rivolta verso la parte superiore dello zaino) e chiudi il gancio attorno al tuo bastone.

Completa la tua attrezzatura da trekking con uno di questi binocoli super potenti

Come si usano i bastoncini da trekking?

Come usarli? È più semplice di quanto si possa credere.
Una volta che state per cominciare la vostra sessione di trekking, controllate intanto se il bastone è adatto al tipo di terreno su cui state. Nonostante molti bastoni siano, sotto questo punto di vista, universali, probabilmente vi capiterà che non siano adatti al vostro caso.
Regolateli in altezza in modo che tra il braccio e l’avambraccio ci sia un angolo di 90°. Di conseguenza, nelle salite e nelle discese, dovete modificare l’altezza perché il vostro corpo sarà un po’ sbilanciato.

Una cosa fondamentale che molti sbagliano è l’impugnatura. Non va impugnato solo la parte finale del bastone, ma la mano va inserita prima nell’asola del laccetto di sicurezza e poi impugnata la parte finale. Assicuratevi di regolare il laccetto in modo tale da avere una impugnatura comoda ma allo stesso tempo decisa.

Per quanto riguarda la camminata, essa deve essere alternata tra braccio e gamba.
Mentre spingete in avanti il bastoncino destro, il piede sinistro fa il passo e poi viceversa.
Una volta terminata la sessione di trekking, è fondamentale fare manutenzione. Smontate le parti e pulitele. In questo modo la terra non rimarrà intrappolata e non causerà danni al bastone.

Come si regolano?

Dovete sapere che le racchette da trekking generalmente sono composte da tre sezioni, per permettervi maggiore raggio di regolabilità. Le sezioni hanno degli appositi segnalatori di misura per permettervi di capire quanto alto è il bastone in quel momento.
Come detto nella sezione precedente, l’altezza deve essere tale per cui, tra il braccio e l’avambraccio, ci sia un angolo di 90°. Durante una fase di salita, è necessario accorciare i bastoni per mantenere lo stesso angolo. Durante invece una fase di discesa, i bastoni vanno allungati in modo da mantenere, anche in questo caso, l’ampiezza di 90°.

Ogni sezione deve essere sempre speculare. Tutte e tre le parti devono avere, quindi, la stessa misura. Su tutta la lunghezza del bastone, sono presenti dei piccoli sistemi meccanici che definiscono la sezione e la bloccano, così da rendere tutto il blocco più stabile.

Perché usare i bastoncini da trekking?

Abbiamo capito che i bastoncini da trekking possono essere molto utili se vogliamo praticare questa attività fisica. Ma in che modo possono essere d’aiuto?
Perché dovremo usarli?

Come prima cosa, i bastoncini servono a migliorare l’equilibrio, infatti, se frequentate sentieri difficili da percorrere, vi può aiutare a non cadere e restare in piedi.
In secondo luogo, grazie ai bastoni potete scaricare parte del peso sulle braccia e distribuire le energie meglio su più parti del corpo. In questa maniera, riuscirete ad affaticarvi di meno. È un concetto importante da applicare soprattutto nelle discese perché quando camminiamo tendiamo a puntare il peso sulle ginocchia. A fine trekking, il non utilizzo dei bastoni può portare a dolori alle ginocchia.
Inoltre, il movimento delle braccia aiuta ad allenare la parte superiore del vostro corpo e favorire l’apertura della gabbia toracica, con conseguenze benefiche al vostro sistema respiratorio.

Come scegliere i bastoncini da trekking

Siete in dubbio su quale tipologia di bastoncini scegliere?
Vediamo alcuni criteri da prendere in considerazione per la scelta finale del prodotto:

  • tipologia di bastone: esistono due grandi categorie di bastoncini da trekking. Quelli telescopici, regolabili in lunghezza e dotati di sistemi tradizionali; e quelli pieghevoli, che possono essere appunto ripiegati su se stessi.
  • meccanismo di blocco: ci sono vari sistemi di blocco. Potete trovare quello tradizionale FlickLock per bastoni telescopici, Wist Lock con vite e a pulsante, adatto a bastoncini pieghevoli. La differenza tra questi non è fondamentale, la scelta può andare in base alla comodità.
  • materiale: è importante tenere in considerazione il materiale per evitare che si spezzi durante le prime camminate. In particolare, fate attenzione al materiale dell’impugnatura
  • peso: nessuno vuole bastoni pesanti. In media il peso di ogni coppia di bastoncini è molto basso ma a lungo andare può fare la differenza nello zaino.
  • punta: solitamente le punte dei bastoni sono in acciaio. Esistono delle versioni in gomma per un’aderenza migliore.

le racchette da trekking scelte degli utenti

In Conclusione

Siamo arrivati alla conclusione di questa guida. Avete imparato tutto ciò che vi può aiutare nell’acquisto e nella conoscenza dei bastoncini da trekking.
Potete odiarli oppure adorarli, ma i bastoncini da trekking rimangono utili per le vostre lunghe camminate.
Due fedeli compagni durante l’attività fisica che vi aiuteranno sicuramente ad arrivare a fine giornata meno stanchi, più contenti per essere stati in contatto con la natura senza particolari problemi e con meno dolori alle gambe.